GRUPPO NUMERO 2

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

incidente!!

Messaggio  Isabella Buono il Dom Apr 18, 2010 10:04 pm

Ragazzi,
non sapete che mi è successo. Dopo il nostro incontro, sono andata a pranzo e poi...ho avuto un incidente in motorino Crying or Very sad !!! Sono scivolata su una macchia d'olio, sono caduta meglio che potevo decelerando con una derapata alla Rossi!!!
Risultato? Un maxi livido e il parabrezza spaccato, per fortuna niente di grave. Rimango un centauro convinto!

Sono ancora un po' scossa, a casa di amici (che per fortuna erano vicini) e non ho potuto scrivere nulla dell'incontro. Avrei voluto poi fare un salto al planetario per il famoso sopralluogo ma...amen.
Torno a casa fra poco ma non me la sento. Mi riposo.

Se vi va, vediamoci lì prima domani.
Let me know,
isa

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

L'importante è non farsi male

Messaggio  fotoraccontare il Dom Apr 18, 2010 10:35 pm

Potrebbe sembrare lo spot del prossimo laboratorio per bambini, ma invece spero che il livido non sia troppo doloroso e il parabrezza riparabile. Da scooterista hai tutta la mia solidarietà.

Ho provato a buttare giù l'idea del gazebo ma non ho descritto tutte le altre cose di cui abbiamo parlato stamattina. Pazienza, credo che domani comunque avremo nuove indicazioni su cui lavorare, anche dalle idee degli altri gruppi che stanno lavorando verso un progetto comune.

Isa, non ti preoccupare, l'importante è che tu stia bene e che ti riprenda subito dallo spavento.

A domani e buona notte a tutti,

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ACCIDENTI!!!!

Messaggio  Sara Riello il Dom Apr 18, 2010 10:55 pm

Ma che succede stasera? tu col motorino e una mia amica con la macchina...per fprtuna niente di grave.
Mi tengo la curiosità di quanto vi siete detti..ma domani magari ci vediamo prima?
Io però non sono più reperibile via internet...un sms per confermarmi un incontro in anticipo, quando volete, al planetario ?! Io posso dalle 15.30 in poi, con preavviso di tre quarti d'ora circa..il tempo necessario per arrivare da montesacro!
Fatemi sapere, spero tanto che si possa fare.
Ciao...notte a tutti
sara
P.S. GRANDE ROMAAAA!!!!!

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Lun Apr 19, 2010 10:24 am

la filastrocca è bellissima però mi sa un pò vecchiotta, perchè i pianeti sono 8 e non 9, plutone non è più considerato pianeta, ma pianeta nano, è nato come asteroide, che poi per l'attrazione gravitazionale ha incominciato a ruotare come gli altri pianeti, però l'orbita non è coplanare con le altre. ma è obliqua.
come è andata ieri?ho visto che avete tirato fuori un pò di idee, però non ho capito bene l'unione dei vari elementi.
buona giornata a tutti

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  emilia il Lun Apr 19, 2010 10:58 am

Ciao a tutti!!!
sono stata fuori tutto il fine settimana..ho letto quanto è stato proposto e devo dire che la proposta di Sara e di Isabella è veramente allettante. Che ne dite di vederci prima oggi per poter parlare di persona? ... Wink
buona giornata e buon lavoro a tutti!

emilia

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 12.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

riunione

Messaggio  Isabella Buono il Lun Apr 19, 2010 4:30 pm

Comunicazione per tutti:

ci si vede al planetario prima che inizi il corso, alle 16,30. Io arriverò più tardi, farò prima possibile.


A fra poco,
isa

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La Vita nello Spazio - La Terra Che Fortuna - Il punto della situazione

Messaggio  fotoraccontare il Mar Apr 20, 2010 12:12 pm

Cari tutti,
nosostante il ritorno a notte inoltrata e le poche ore di sonno, cerco di ricapitolare ciò che è emerso dalle nostre idee buttate giù sul forum e di persona e poi riassunte ieri al planetario e ridiscusse a cena con alcuni (non sarò breve ma visto che usiamo il forum come strumento principale si rende necessaria una trattazione completa):

Abbiamo Stabilito che il tema è "La terra che fortuna":

Il filo conduttore

La terra è un pianeta, ma la vita (così come la conosciamo) è possibile su questo pianeta grazie a delle fortuite coincidenze. La terra è alla giusta distanza dal sole, dal quale riceve luce e calore (oltre che un' infinità di altre cose tra le quali i raggi UV che ci fanno abbronzare e ci fanno respirare grazie alla fotosintesi delle piante). Ha la giusta alternanza di Giorno e notte, la giusta alternanza di stagioni, un nucleo che la riscalda e che le fornisce una massa adeguata ad avere una consistente forza di gravità ed un campo magnetico per poterci orientare. Ha inoltre un satellite molto importante (soprattutto nelle romantiche serate estive) sul quale abbiamo fatto una passeggiata più di 40 anni fa.

A questo punto si sono aperte due vie di lavoro parallele:

1) La rappresentazione teatrale con gli elementi proposti da Isabella (eventualmente da discutere e modificare)
2) La rapprenentazione di esperienze emozionali all'interno di globi rappresentanti alcuni pianeti, su cui abbiamo lavorato incontrandoci Io, Caterina, Mariasole ed Isabella a Villa Torlonia.

Questa seconda ipotesi non è stata messa sul forum per ragioni logistiche (incidente di scooter di Isabella e disattivazione temporanea del mio account internet) da questo lavoro nasceva anche l'idea dei gazebo a forma sferica, che rappresentassero la forma dei pianeti e quindi creassero un contesto coerente e una location coinvolgente.

Provo a riassumere l'idea (di Villa Torlonia):

2) La via numero due - I Pianeti e le loro caratteristiche

Le condizioni sulla terra che permettono la vita sono essenzialmente condizioni fisico chimiche particolari:

Pressione, Temperatura, Presenza di Acqua, Gravità, Presenza di Particolari elementi chimici (atmosfera). Andiamo a visitare i pianeti che hanno condizioni estremamente diverse rispetto alle nostre, e vediamo cosa succederebbe li.

Luna (5/10minuti): Atmosfera:Sulla luna c'è pochissima atmosfera, cosa succede se non c'è atmosfera? Per vederlo abbiamo pensato all'istallazione di due tubi di Newton che facessero vedere ai bambini e ai genitori (io pensavo di farli interagire chiedendo loro cosa si aspettassero che succedesse all'interno dei tubi) il comportamento di ogetti in assenza di atmosfera è diverso da quello che si ha sulla terra,una piuma cade alla stessa velocità di una pallina di piombo, l'atmosfera ci serve per respirare, per proteggerci dai raggi del sole e per volare. Il suolo della luna è cosparso di Sabbia e si è pensato alla fine dell'esperienza dei tubi, di far loro lasciare un'impronta nella sabbia lunare e regalare loro una foto della loro impronta nella sabbia (quella è la foto della mia impronta sulla luna....ci sono stato....) prima di passare al successivo globo (pianeta). Una bilancia ci dice quanto peseremmo sulla luna e un foglio A4 a pennarello da portare a casa ce lo ricorderà...

Mercurio (5/10minuti): Temperatura: Su mercurio la temperatura è molto più alta e molto più bassa che sulla terra (-170° +350°). Avevamo pensato di creare un globo con delle stufe e una temperatura molto più alta che nelle altre sfere, ricordando che quella temperatura era molto più bassa di quella su Mercurio, ma facendo comunque provare l'emozione di sentire il calore e di sperimentare la vicinanza al sole con un esperienza sensoriale. Avrei fatto entrare il pubblico nella sfera di Mercurio e dopo una breve introduzione sulle altre caratteristiche del pianeta avrei fatto notare la temperatura. Cosa succederebbe alla vita a temperature così alte (descrizione e visualizzazione degli amimali terrestri adattati alle alte temperature - il caso dele verme che vive nei vulcani marini), e cosa sarebbe successo accendendo improvvisamente (e solo teoricamente) l'aria condizionata (il concetto di escursione termica...e di polmonite...). La solita bilancia ci dice quanto peseremmo su Mercurio....

Marte (5/10 minuti): Acqua/Umidità: Avremmo scelto Marte per rappresentare la presenza di acqua non disponibile Dopo un'altra breve presentazione del pianeta Marte si passerebbe al tema dell'acqua (su marte c'è acqua, ma è sotto forma di ghiaccio) cosa succede se non c'è acqua alla vita? Si potrebbe a questo punto fare degli esempi di come la disidratazione uccide una pianta (si porta una pianta completamente secca per mancanza di acqua). La scenografia potrebbe essere quella di rocce rosse e ghiaccio, potremmo portare dei cubetti di ghiaccio da dare ai bambini ( e agli adulti) per l'esperienza sensoriale (prevedere un secchiello dove poter gettare il ghiaccio una volta che la mano non ha più voglia di tenerlo). Una bottiglietta d'acqua potrebbe a questo punto essere necessaria per ricordare il pianeta andare avanti nella visita al globo "Terra" e per riprendersi dall'esperienza di Mercurio....Ancora una bilancia che ci dice quanto peseremmo su Marte

Giove: mi sembra che la forza di gravità fosse stata alla fine scartata perchè non abbiamo trovato un'esperienza significativa (si era pensato di inserire il concetto di gravità sugli altri pianeti con la bilancia), stesso discorso vale per la pressione, non rappresentabile da un pianeta in particolare e concetto non sufficientamente impattante e intuitivo (ma se ci sono idee clamorose che non ricordo, rinfrescatemi la memoria). La gravità viene ricordata durante l'esperienza su ogni pianeta dalla bilancia planetaria

Terra: il compendio di tutto. Nel pianeta terra (gazebo dipinto da terra) potrebbero essere custodite delle curiosità sulla vita come la conosciamo oggi. Oppure delle spiegazioni approfondite sul pianeta terra (uno spaccato che ne illustra il nucleo...un'altro che mostra la struttura in sezione della crosta terrestre...boh...vediamo anche il materiale a disposizione al planetario, perchè su questo non possiamo prevedere un budget)

...dopo la visita al gazebo della terra con le curiosità di approfondimento il pubblico può uscire dall'istallazione.



Quindi: 3 pianeti (luna, Marte, Mercurio) + la Terra con descrizione delle sue caratteristiche. (durata 60 minuti incluse le pause e le esperienze pratiche, direi di considerare 15 minuti a globo compresa la pausa, il riempimento della sala e lo svuotamento. e 15 minuti per l'introduzione iniziale sulle caratteristiche della Terra (ma essendo centrale e per tutti i gruppi in contemporanea, vedrei la spiegazione sulle caratteristiche della terra fatta all'esterno di un globo "terra" al cui interno potrebbero essere custodite le curiosità di approfondimento (da verdere eventualmente alla fine).

Il percorso non lo avevamo pensato a Villa Torlonia, ma visto quello che ci siamo detti tutti insieme al planetario concluderei che in questo caso a parte il discorso introduttivo sulla terra, fatto al gruppone ancora non diviso, i vari globi possono essere veramente indipendenti tra loro, ma gli spettacoli devono iniziare ad intervalli di 15 minuti (durante la pausa e usciti dal globo ci si può anche recare all'interno del pianeta terra per gli approfondimenti) e tutti contemporaneamente (io non darei nessuna indicazione in questo senso lascerei alla curiosità dello spettatore quella di entrare nel pianeta terra posto in posizione centrale).

Tutte queste esperienze potrebbero essere svolte in forma di rappresentazione scenica interattiva con il pubblico (un attore per ogni pianeta).
Per interattivo non intendo necessariamente che il pubblico deve fare qualcosa (ma poi vedremo che comunque prende il ghiaccio di marte in mano, sente il calore di mercurio, e scatta la foto sulla luna) ma che il narratore si muove tra il pubblico all'interno di uno spazio ristretto e si fonde con il pubblico rendendolo partecipe del suo racconto. Questo avviene per ogni pianeta, tranne, forse, che per la terra dove essendo rivolto a tutto il gruppo ed essendo all'esterno del globo è più facile un tipo di narrazione tradizionale.

Questa era essenzialmente l'idea che avevamo partorito a Villa Torlonia e che solo per questioni logistiche non avevamo poi sviluppato e condiviso (nel riassumerla ho anche riordinato le idee e magari aggiunto dei dettagli che non avevamo considerato, ma tutto è suscettibile di modifiche...anche le ipotesi)

Budget

Costo dei gazebi (a gazebo): 45 euro per il rivestimento (se fatto in plastica)......................... 45 euro
filo di ferro da 2mm (circa 70 mt di filo a gazebo)........................ 10 euro
vernice eventuale................................................................. 10 euro
----------------------------------------------------------------------------------------------------

Totale ............... 65 euro a gazebo
4 gazebi............. 260 euro


Lampade per Mercurio 3 stufe da 1200 w............................................................. 60 euro (20 euro a stufa)

Tubi di Newton......................................................................................................... In attesa
Sabbia per la luna..................................................................................................... In attesa
Ghiaccio per Marte................................................................................................... In attesa
Vaso di vetro per il ghiaccio...............................................................................................5 euro

varie ed eventuali arredamento (e curiosità nel globo pianeta terra............................................200 euro
Materiale fotografico (carta fotografica risma di 100 fogli................................................. 50 euro

Il costo delle stampe fotografiche dipendente dalla possibilità o meno di stampare direttamente al planetario o con una stampante fotografica eventualmente disponibile.

Siamo evidentemente fuori badget...ma questo è...i tubi di newton, le stufe e i gazebo sono materiali che potrebbero comunque essere utilizzati per successive esperienze come materiale museale.
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------



Dopo aver riflettuto con Caterina, Mariasole ed Emila ho ritenuto necessario proporla come possibile alternativa, visto che comunque anche l'altro percorso non è stao sviluppato ulteriormente (mancano ancora le scenografie ed i dialoghi), questo paradossalmente mi sembra più stutturato e compiuto (almeno, io mi posso immaginare come sarebbe già da ora).
Che ne dite?

Per l'esperienza pratica dell'importanza dell'asse terrestre fatta con le scatole e le palle (il laboratorio di Sara), potrebbe essere sostituita dalla trattazione introduttiva intorno al gazebo "terra", dell'argomento "stagioni e inclinazione dell'asse terrestre" fatta sempre da Sara. Sempre parlando delle varie e bellissime caratteristiche del pianeta Terra, compatibili con la vita. Personalmente lascerei lo spostamento dell'asse di rotazione agli approfondimenti eventuali all'interno del gazebo Terra a fine percorso. Dopo aver riflettuto, vedo un esperienza pratica come quella di terra e sole fatta con le palle di polistirolo un po' incollata sia in questa ipotesi di percorso, sia nell'altra, e scollegata dal restante percorso narrativo. Che ne pensate?

3) Ipotesi

Ieri sera a cena con Caterina, Emilia e Mariasole è nata un'ipotesi che potrebbe essere alternativa a queste due e comunque non comporterebbe molti cambiamenti rispetto a quella dei globi e delle condizioni chimico fisiche. Assegnare ad ogni pianeta un elemento rapresentativo tra Terra, Acqua, Fuoco e Aria. e lavorare sugli elementi piuttosto che su caratteristiche più specifiche. (non credo che cambierebbe molto rispetto all'esperienza numero 2, se non il titolo e alcuni dettagli. Probabilmente le esperienze potrebbero essere le stesse (Aria: Luna - Fuoco: Mercurio - Acqua: Marte - Terra:....Terra!!). Direi che tra questa e l'ipotesi N.1 e N.2 abbiamo 3 idee abbastanza strutturate. Decidiamo insieme quale sviluppare più approfonditamente e procediamo.

Credo che ora c'è da raccogliere soltanto le nostre preferenze senza, per il momento, mettere ulteriore carne al fuoco, e procedere allo sviluppo dell'idea che convince di più la maggioranza.

Mettiamo il nostro contributo sul forum e poi dividiamoci i compiti.

Io, come spiegavo prima, sarei per il percorso più semplice e breve, lungo i tre pianeti extraterrestri e la terra, indipendentemente dall'opzione elementi (Terra, Fuoco, Aria e Acqua) o condizioni (temperatura, umidità, atmosfera). La rappresentazione teatrale, mi sembra che introduca troppi elementi di criticità (strutturazione di un testo, scenografia, capacità di recitazione di un dialogo...rappresentazione di argomenti difficilmente visualizzabili come per esempio quello del nucleo terrestre o degli elementi chimici complessi).

Aspetto aggiornamenti,

buona giornata,

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Mar Apr 20, 2010 12:34 pm

wow. siete stai proprio bravi.
io proporrei solo una modifica, invece di fare marte per quanto riguarda l'acqua, farei Europa che è un satellite di giove, il più studiato per l'astrobiologia, perchè molti indizi portano a pensare che sotto la sua superficie ghiacciata ci sia l'acqua liquida, quindi per il nostro fine forse è più adatto.

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Europa

Messaggio  fotoraccontare il Mar Apr 20, 2010 12:40 pm

Ovviamente, va bene anche Europa, stesso schema stesso fine. io non so molto di europa, ma quì urge l'intervento degli astrofisici.

A voi la palla...

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  emilia il Mar Apr 20, 2010 5:42 pm

Ciao ragazzi,
sono d'accordo con quanto scritto da Massimiliamo; l'unica cosa che volevo aggiungere è che mi piace l'idea di riunire i quattro argomenti trattati singolarmente (terra, luna, europa e mercurio) con un gioco.
Il gioco (ancora non so quale..) potrebbe fare o da cappello introduttivo oppure potrebbe essere presentato alla fine dei 4 percorsi. Wink
Che ne pensate?

Emilia

emilia

Messaggi : 2
Data d'iscrizione : 12.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Gioco

Messaggio  fotoraccontare il Mar Apr 20, 2010 7:47 pm

Brevemente una riflessione su quanto detto da Emilia. Il Gioco, come ha spiegato Gabriele, è un elemento molto delicato e importantissimo per i bambini. I bambini, entrano nel gioco molto di più di quanto riesca a fare un adulto e per loro il gioco è una rappresentazione molto veritiera della realtà. Per questo i bambini hanno nelle regole del gioco, quando giocano, una fiducia incrollabile e la possibilità di far rispettare le regole e di fornire un percorso a prova di qualsiasi imprevisto è fondamentale nel pensare ad un gioco.

In un ambito di visita museale, il gioco può essere uno strumento molto efficace da utilizzare per il coinvolgimento emotivo. Ma proprio per la sua forza, il gioco avrebbe secondo me l'effetto di focalizzare su di se tutte le attenzioni, togliendo spazio alle altre esperienze (che invece hanno bisogno di essere contestualizzate e drammatizzate per essere efficaci). Se abbiamo un gioco strutturato in mente e qualcosa che siamo certi che funzioni e che diventi il cuore di tutto il laboratorio, sarei dell'idea di prenderlo in considerazione, ma se si tratta di inserire un gioco solo per inserire un gioco, allora io personalmente direi che è meglio di no (rischiamo anche di complicarci la vita).

Per lunedì dobbiamo presentare tutto il progetto e sinceramente credo che per inventare un gioco ci voglia un bel po' di impegno.

Emilia avevi già un gioco specifico in mente e hai già idea di come inserirlo nel percorso?

Ciao,

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

fermiamoci a riflettere e prendiamo una decisione

Messaggio  Isabella Buono il Mar Apr 20, 2010 9:51 pm

Perdonatemi ma credo che stiamo sbagliando.

Innanzitutto vorrei riassumere il punto su dove eravamo rimasti.

1.La finalità del nostro progetto di laboratorio è (era?) comunicare il seguente contenuto:
il fortunoso concorso di fattori che rendono la Terra per noi vivibile contrapposto al fatto che se è così è perché noi ci siamo evoluti in queste condizioni.

Non solo "la Terra che fortuna"! Non vorrei proprio rinunciare all'ambivalenza della questione.

Inoltre il filo conduttore è e deve essere a mio avviso il contenuto.

2. Quali fattori (argomenti) abbiamo preso in esame? Li scrivo citando solo i titoli
- posizione della Terra rispetto al Sole e inclinazione asse terrestre
- compagna Luna
- il nucleo
- gli elementi e le loro giuste proporzioni
- tutto o quasi è relativo

Ci siamo lasciati con questi passi immediati da dover compiere (ripeto non gli unici passi ma quelli più urgenti):

A. Snellire il tutto. Snellire l'interno avevamo concluso che non sarebbe stato un grande problema, perché bastava scegliere e sfrondare. Snellire l'esterno, cioè passare da 5 a 4 stand per capirci, poteva essere più difficile. Su questo avrei eventualmente un'idea da proporre.

B. Rendere più organico il tutto, cioè rendere più "palpabile" il famoso contenuto-filo conduttore.

C. Stabilire un'articolazione logistica indovinata.


A Villa Torlonia, quando ci siamo visti, avevamo tutti dei dubbi su cosa intendere per "laboratorio", ricordate per chi c'era? Qualcuno aveva il dubbio della troppa poca interazione e abbiamo cominciato a ragionare. Sono uscite cose carine, che tenderei a non dimenticare ma che erano molto deboli proprio nella finalità generale.

Poi c'è stato l'incontro di lunedì e il dubbio macro su se avessimo o meno toppato completamente il senso del lavoro mi sembrava l'avessimo fugato.

Per concludere, per me andrebbe bene prendere in esame un altro progetto proprio, pur sapendo che lunedì va consegnato e non c'è tanto tempo. Non voglio imporre quell'idea, che però faccio notare, mi sembrava abbastanza condivisa. Voglio solo dire che ora dobbiamo prendere una decisione.

Non esprimo tutte le mie perplessità sulla nuova proposta ma solo quella che ritengo principale (perché le altre perplessità eventualmente si risolvono lavorandoci): "I pianeti e le loro caratteristiche" rappresenta un argomento non un contenuto, cioè non mi piace come finalità.

Detto questo se si scegliesse la seconda proposta ci lavorerò con tutto l'impegno.
Esprimiamoci tutti a riguardo.

Let me know, a presto,
isa


Ultima modifica di Isabella Buono il Mer Apr 21, 2010 4:11 pm, modificato 1 volta

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Proposte 1-2-3

Messaggio  fotoraccontare il Mar Apr 20, 2010 10:50 pm

Ciao Isa,
prima di tutto come vanno i postumi della caduta? Spero stiano passando.
Forse mi sono espresso male.
Ho inserito tutto il lavoro fatto a Villa Torlonia, per completezza e per renderne consapevoli anche gli altri che non avevano partecipato (altrimenti, come mi aveva fatto notare Emilia sarebbe stato lavoro inutile). Oltretutto, credo che prendendo le redini dei progetti abbiamo lasciato poco spazio alle opinioni degli altri che per questioni logistiche avevano partecipato parzialmente ai lavori e potevano vedere solo quello che gli avevamo mostrato.

Ho cercato di capire anche se c'erano altre opinioni.

Ho concluso la mail precedente sottolineando che abbiamo tre ipotesi e che tutte e tre sono abbastanza strutturate. Poi ho espresso la mia preferenza e l'ho motivata, esortando anche gli altri ad esprimere la loro e motivarla.

Ribadisco quì che dovremmo avere al più presto le opinioni degli altri sui lavori svolti fin'ora, per prendere una strada e lavorarci tutti insieme. A me vanno bene tutte, non credo che ci sia una strada giusta e una sbagliata, tutto si può fare. Esprimo la mia preferenza per l'ipotesi dei pianeti (o degli elementi) per i motivi che spiegavo nella precedente. Vorrei però sentire anche gli altri perchè altrimenti ci mettiamo io e te e facciamo il laboratorio da soli.

Ci siete tutti? Dove siete? Avete letto i nostri scambi?

Un abbraccio e attendo notizie.

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Progetto???

Messaggio  Mariasole il Mer Apr 21, 2010 1:23 am

Ciao ragazzi! Io sono molto d'accordo con l'idea di Massimiliano, diciamo che l'abbiamo "estrapolata" durante la cena di lunedi'.
I pianeti con gli elementi, caratterizzando ogni pianeta con un elemento e in piu' rendendo il tutto da una parte indipendente (nel senso che ogni visitatore e' libero di scegliere quale visitare per primo e l'ordine di scelta dei pianeti), dall'altra, come proponeva Emilia, unire il tutto con un gioco (ovviamente, chi resiste fino all'ultimo, si godra' il divertimento!!!)
Cerchiamo "in fretta e furia" di decidere il nostro progetto, il punto da cui partire ...perche' altrimenti per lunedi' non ce la faremo mai!!!

vi abbraccio
a presto

Mariasole

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

rieccomi

Messaggio  Sara Riello il Mer Apr 21, 2010 2:05 pm

Ciao a tutti,
scusate se riappaio solo ora, ma un imprevisto di lavoro e soprattutto la tragedia di ventotene non mi hanno permesso di collegarmi prima. Vi dico subito la mia:
Intanto grazie a Massimiliano per il resoconto dell’incontro a Villa Torlonia, che alla fine non avevamo più fatto. Cercherò di essere sintetica, vado per punti:
- Concordo con Isa sull’importanza e la bellezza secondo me delle nostre finalità iniziali (terra fortunata, evoluzione di QUESTA vita, non esclusione di altre possibili) e sul fatto che i pianeti siano un argomento e non un contenuto.
- Concordo con Massimiliano la difficoltà di creare entro pochi giorni dei dialoghi e delle scenografie per i nostri attori….e ancora di più sulla difficoltà di creare un gioco…ma qualcosa dobbiamo pur fare! Ergo, uniamo il tutto, la vedo così:
• Inizio nel corridoio all’ingresso, dove abbiamo lavorato pure noi sui tavoli, se c’entra con montato il planetario gonfiabile che ci fa da scenografia, altrimenti va un po’ allestita. Introduzione al tema e spiegazione brevissima dell’inclinazione dell’asse terrestre, dell’orbita e, a questo punto, aggiungiamo anche della Luna, con i suoi effetti stabilizzatori sulla terra. Le famiglie a questo punto saranno già disposte sui tavoli (bisogna chiedere se ce li hanno o se tocca comprarli…magari servono anche a qualcuno degli altri gruppi, non ho più ‘sbirciato’) e quindi separate in gruppetti di circa 5 persone l’uno (tot = 5 o 6 gruppi).
Si distribuisce il materiale sui tavoli e si fanno costruire i modellini in maniera tipo art attack, magari prendendo pure in giro il tipo (ci vorrebbe fiorello), facendo vedere quindi come cambierebbe/cambierà, il clima col diverso asse e orbita, e anche cosa succederebbe se non ci fosse la luna a tenerci fermi. Tutto ciò stavolta richiede più tempo, e credo che 30 minuti potrebbero andare. Si congedano tutti invitandoli a seguire il percorso alla scoperta di altre condizioni fortuite che la terra ha avuto e altri pianeti, i più simili e vicini a noi (marte mercurio venere),non hanno avuto.
• La gente si sposta dentro il museo, entrando però dalla fine, cioè dal corridoio dove erano appese le foto. In fondo al corridoio vengono smistati in due gruppetti, uno entrerà dentro la stella…, dove ci sarà una stufetta accesa e dunque un caldo boia, l’altro, lì accanto, infilerà le mani nel ghiaccio. (anche qui tavolo e bacinelle con ghiaccio. Da ricordarsi di avere un freezer portatile dove tenere ghiaccio di riserva man mano che si scioglie!) Chiaramente i gruppi poi si invertono e questa esperienza sensoriale dura veramente poco in sé per sé, non fosse altro che nel far spostare le persone (in 10 min è fatta). Volendo si offre un bicchiere di acqua (di rubinetto - gratis) tipo buffet (bicchieri di plastica), con tavolo che fa da linea guida verso la tappa successiva
• Fase finale nella stanza dove avevamo trovato i solidi per l’animazione, abbastanza grande quindi, da far sedere tutti insieme davanti a un palco, basta una semplice pedana, e qui facciamo una sola ‘opera teatrale’ (i tempi per crearci un solo dialogo ci possono essere) dove secondo me si riprende un po’ quello che è stato fatto, e si inseriscono due o tre possibili extraterrestri…vanno proprio inventati e mascherati ben bene…magari potrebbero ‘litigare’ tra di loro perché ognuno dice di avere il pianeta più bello e migliore dove vivere!!!
Questo è quanto è venuto in mente a me: se vi piace cominciamo subito a lavorarci (il grosso sarebbero solo i personaggi, i costumi e il dialogo dello spettacolo) il budget: ma senza i gazebi mi sembra di avere la sensazione di essere ricchi….
Ho sfrondato abbastanza o troppo?
Baci a tutti
A presto
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

EHI !!! ????

Messaggio  Sara Riello il Gio Apr 22, 2010 10:30 am

EHI ????
ci siete??? Rifaccio un giro più tardi, ma dopo pranzo parto per ventotene, spero di non trovare la mancanza assoluta di rete come l'ultima volta, a volte mi capita, ma se non dovessi riuscire a collegarmi mi faccio viva telefonicamente!!
Spicciamoci o anche stavolta non riusciamo a concludere!!!
Baci baci
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Io ci sono

Messaggio  Isabella Buono il Gio Apr 22, 2010 11:44 am

Buongiorno,

se vi convince di più quell'altra proposta, io ci sono per lavorarci.
Qualcuno di voi per favore riassuma ancora cosa avete in mente, dicendo dove siete arrivati e scriva di cosa c'è bisogno, così posso dare una mano.

Ciao,
Isabella

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Conferma

Messaggio  fotoraccontare il Gio Apr 22, 2010 12:08 pm

Anche io come Isabella,
fatemi sapere quale cosa preferite e dividiamoci i pezzi.

Chiedo a Stefano e Andrea (e anche agli altri in caso avessero aggiornamenti) di farci sapere anche la loro opinione.

Poi procediamo.

Per vedersi credo che a questo punto sia un'impresa. Sfruttiamo il forum così lasciamo anche traccia di tutto il lavoro svolto.

Dobbiamo solo presentare il progetto, non realizzarlo subito praticamente. Quindi concentriamoci su una descrizione dettagliata.

Ciao,

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

AI VOTI!!

Messaggio  Sara Riello il Gio Apr 22, 2010 1:59 pm

OK, il tempo stringe: io propongo di mettere ai voti:
1) Proposta iniziale di Isabella con 5 mini teatri
2)Proposta mia con nuove modifiche (modellini, stufetta, acqua, una sola parte teatrale)
3)Proposta riassunta da Massimiliano, del giro dei pianeti, che sia con caratteristiche di ognuno o pianeti stessi

Non ho volutamente commentato nulla, ognuno dia la sua preferenza entro e non oltre le 12.00 di domani...pena: si adatta!
Altrimenti qui non ne usciamo più!
Se riusciamo ad avere i voti di tutti anche prima tanto meglio...cerchiamo di connetterci il più possibile dato che vederci è impossibile!!
( ecco, parlo io che magari tra poco sparisco...!!! No, giuro, farò di tutto anche da ventotene!!!)

Riflettiamo e votiamo!
ciao
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Gio Apr 22, 2010 4:09 pm

ciao, scusate se sono sparita.
sono la prima a votare, aiuto.
in reatà mi piacciono tutte le idee. però non capisco una cosa, perchè non focalizzarsi solo su un laboratorio invece di farne diversi?
mi rendo conto che l'argomento è talmente complesso che un laboratorio non basta, ma proprio questo è lo scopo del laboratorio. focalizzarsi su una parte del'argomento ed approfondirla. facendo più laboratori siamo sicuri di riuscire ad approfondire ogni parte?
capisco che adesso si è pieni di entusiamo e di creatività, però forse si dovrebbe essere anche pratici. lo scopo del nostro lavoro non è organizare una giornata di laboratori, ma solo un laboratorio, perchè già è difficile farne uno solo. infatti nessuno è stato approfondito secondo me non perchè non abbiamo scelto ma perchè è molto ma molto complicato.
io direi concentriamo su un gazebo di massimiliano, oppure sulla prima parte dell'idea di sara. (scusa isabella però l'idea del teatro anche s è bella però per ora non mi sembra fattibile) poi se rimangono soldi e tempo allora possiamo passare ad un altro laboratorio.

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ecco il mio "voto"!

Messaggio  Mariasole il Gio Apr 22, 2010 6:00 pm

Ciao a tutti, pensavo già di aver espresso la mia preferenza nella risposta precedente, forse non mi sono espressa bene.
Comunque opterei per la proposta di Massimiliano, giro dei pianeti e loro caratteristiche, un pò quello che avevamo buttato giù a Villa Torlonia.
Le altre idee sono altrettanto interessanti, ma per il progetto da portare avanti vedo più adatta quella di Massi.
Un bacio a tutti,
a risentirci presto per progettare...
ciaoooo

Mariasole

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

la mia

Messaggio  andrea bonchi il Gio Apr 22, 2010 7:13 pm

Ecco ci sono anche io, scusate se non avevo ancora risposto ma ho seguito il tutto con attenzione.
Delle idee proposte ritengo più realizzabili le ultime due; l'idea dei 5 mini spettacoli l'avevamo discussa anche in planetario e decisa di integrare con qualcosa di maggiormente attivo (non che non mi piacesse ma è meno "laboratorio", almeno a mio parere).
Cmq entrambe hanno le loro difficoltà:

  1. quella modificata a me piace in quanto molto varia e differenziata, valore aggiunto che va a coinvolgere tutti i "sensi". Le difficoltà a mio parere si possono incontrare nell'integrazione di tutti questi oggetti (occorre evidenziare il filo conduttore del laboratorio) e sulla gestione della tempistica che deve essere fatta in maniera ottimale
  2. la proposta sensoriale tra i pianeti è sicuramente più omogenea e forse può risultare maggiormente esaustiva, ma occorre stare molto attenti alla gestione del budget e del materiale necessario
a presto

Andrea

andrea bonchi

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 17.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

RE

Messaggio  Sara Riello il Ven Apr 23, 2010 6:41 pm

Ciao
concordo pienamente con Rob anche se l'idea dei tubi mi piace. (ma quanto ci costa?)
Cmq mi pare di capire che l'orientamento è quello verso i pianeti (o gli elementi che li caratterizzano). Correggetemi se sbaglio!
Quindi chiederei a Massimiliano, o chi per lui che ha contribuito al progetto, di focalizzare i punti e chiedere aiuto laddove serve per poter procedere.
A questo punto in attesa di istruzioni...
baci
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

in attesa

Messaggio  Isabella Buono il Ven Apr 23, 2010 7:35 pm

Ciao.
Mi associo all'ultimo post di Sara e così anch'io a questo punto resto in attesa di istruzioni.

A presto,
Isabella

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Focalizzazione

Messaggio  fotoraccontare il Ven Apr 23, 2010 7:51 pm

Riprendo quello che avevo scritto e con alcuni dettagli in più lì dove mancavano.

Le condizioni sulla terra condizioni fisico chimiche rappresentate dai 4 elementi e dai pianeti.

Titolo "La Terra Che fortuna" Aria-Acqua-Terra e Fuoco

Pressione, Temperatura, Presenza di Acqua, Presenza di Particolari elementi chimici (atmosfera). Andiamo a visitare i pianeti che hanno condizioni estremamente diverse rispetto alle nostre, e vediamo cosa succederebbe li. Ogni pianeta è rappresentato da un Gazebo sferico (quasi)

Il pubblico entra nello spazio comune e si riunisce intorno (all'esterno) al pianeta terra (per ora vuoto o contenente alcuni oggetti museali che illustrano aspetti fondamentali per la vita).

Un'introduzione fatta dal primo animatore/responsabile laboratorio spiega le regole del gioco e dove ci stiamo recando. Quelli che abbiamo intorno a noi sono quattro pianeti (Luna, Europa, Mercurio, Terra), viaggeremo all'interno di questi pianeti e come esseri viventi sperimenteremo alcune delle condizioni che troveremo. Ognuno dei pianeti rappresenta un'elemento (Luna : terra - Terra: aria - Mercurio: Fuoco - Europa: Acqua)C'è qualcuno che può inserire prima di lunedì un abbozzo di questa presentazione del percorso? E' il primo dei pezzi mancanti.

Luna (5/10minuti): Terra (senza atmosfera):Sulla luna c'è pochissima atmosfera, cosa succede se non c'è atmosfera? Per vederlo abbiamo pensato all'istallazione di 1 tubo di Newton che fa vedere ai bambini e ai genitori (io pensavo di farli interagire chiedendo loro cosa si aspettassero che succedesse all'interno del tubo) il comportamento di ogetti in assenza di atmosfera è diverso da quello che si ha sulla terra,una piuma cade alla stessa velocità di una pallina di piombo, l'atmosfera ci serve per respirare, per proteggerci dai raggi del sole e per volare. Il suolo della luna è cosparso di Sabbia e si è pensato alla fine dell'esperienza dei tubi, di far loro lasciare un'impronta nella sabbia lunare e regalare loro una foto della loro impronta nella sabbia (quella è la foto della mia impronta sulla luna....ci sono stato....) prima di passare al successivo globo (pianeta). Una bilancia ci dice quanto peseremmo sulla luna e un foglio A4 a pennarello da portare a casa ce lo ricorderà...Anche quì si dovrebbe buttare giù un canovaccio di come spiegare le caratteristiche del pianeta (una sorta di breve presentazione di cos'è la luna e su cosa ci soffermeremo)

Mercurio (5/10minuti): Fuoco/Temperatura: Su mercurio la temperatura è molto più alta e molto più bassa che sulla terra (-170° +350°). Avevamo pensato di creare un globo con delle stufe e una temperatura molto più alta che nelle altre sfere, ricordando che quella temperatura era molto più bassa di quella su Mercurio, ma facendo comunque provare l'emozione di sentire il calore e di sperimentare la vicinanza al sole con un esperienza sensoriale. Avrei fatto entrare il pubblico nella sfera di Mercurio e dopo una breve introduzione sulle altre caratteristiche del pianeta avrei fatto notare la temperatura. Cosa succederebbe alla vita a temperature così alte (descrizione e visualizzazione degli amimali terrestri adattati alle alte temperature - il caso dele verme che vive nei vulcani marini), e cosa sarebbe successo accendendo improvvisamente (e solo teoricamente) l'aria condizionata (il concetto di escursione termica...e di polmonite...). La solita bilancia ci dice quanto peseremmo su Mercurio....Stesso discorso: Creare una piccola presentazione di Mercurio

Europa (5/10 minuti): Acqua/Umidità: Avremmo scelto Europa per rappresentare la presenza di acqua non disponibile (ma sembra che il sottosuolo di Europa potrebbe ospitare dei mari) Dopo un'altra breve presentazione del pianeta Europa si passa al tema dell'acqua (su Europa c'è acqua, ma è sotto forma di ghiaccio) cosa succede se non c'è acqua alla vita? Si potrebbe a questo punto fare degli esempi di come la disidratazione uccide una pianta (si porta una pianta completamente secca per mancanza di acqua). Potremmo portare dei cubetti di ghiaccio da dare ai bambini ( e agli adulti) per l'esperienza sensoriale (prevedere un secchiello dove poter gettare il ghiaccio una volta che la mano non ha più voglia di tenerlo). Una bottiglietta d'acqua potrebbe a questo punto essere necessaria per ricordare il pianeta andare avanti nella visita al globo "Terra" e per riprendersi dall'esperienza di Mercurio....Ancora una bilancia che ci dice quanto peseremmo su Marte. Come sopra una piccola presentazione di Europa, magari sottolineando che è forse l'ultimo battezzato



Terra: il compendio di tutto. Nel pianeta terra (gazebo dipinto da terra) potrebbero essere custodite delle curiosità sulla vita come la conosciamo oggi. Oppure delle spiegazioni approfondite sul pianeta terra (uno spaccato che ne illustra il nucleo...un'altro che mostra la struttura in sezione della crosta terrestre...boh...vediamo anche il materiale a disposizione al planetario, perchè su questo non possiamo prevedere un budget)

...dopo la visita al gazebo della terra con le curiosità di approfondimento il pubblico può uscire dall'istallazione.



Quindi: 3 pianeti (Luna, Europa, Mercurio) + la Terra con descrizione delle sue caratteristiche. (durata 60 minuti incluse le pause e le esperienze pratiche, direi di considerare 15 minuti a globo compresa la pausa, il riempimento della sala e lo svuotamento. e 15 minuti per l'introduzione iniziale sulle caratteristiche della Terra (ma essendo centrale e per tutti i gruppi in contemporanea, vedrei la spiegazione sulle caratteristiche della terra fatta all'esterno di un globo "terra" al cui interno potrebbero essere custodite le curiosità di approfondimento (da verdere eventualmente alla fine).

I vari globi possono essere veramente indipendenti tra loro, ma gli spettacoli devono iniziare ad intervalli di 15 minuti (durante la pausa e usciti dal globo ci si può anche recare all'interno del pianeta terra per gli approfondimenti) e tutti contemporaneamente (io non darei nessuna indicazione in questo senso lascerei alla curiosità dello spettatore quella di entrare nel pianeta terra posto in posizione centrale).

Tutte queste esperienze potrebbero essere svolte in forma di rappresentazione scenica interattiva con il pubblico (un attore per ogni pianeta).
Per interattivo non intendo necessariamente che il pubblico deve fare qualcosa (ma poi vedremo che comunque prende il ghiaccio di marte in mano, sente il calore di mercurio, e scatta la foto sulla luna) ma che il narratore si muove tra il pubblico all'interno di uno spazio ristretto e si fonde con il pubblico rendendolo partecipe del suo racconto. Questo avviene per ogni pianeta, tranne, forse, che per la terra dove essendo rivolto a tutto il gruppo ed essendo all'esterno del globo è più facile un tipo di narrazione tradizionale.


Budget

Costo dei gazebo* (a gazebo): 45 euro per il rivestimento (se fatto in plastica)......................... 45 euro
filo di ferro da 2mm (circa 70 mt di filo a gazebo)........................ 10 euro
vernice eventuale................................................................. 10 euro
----------------------------------------------------------------------------------------------------

Totale ............... 65 euro a gazebo
4 gazebi............. 260 euro


Lampade per Mercurio 3 stufe da 1200 w............................................................. 60 euro (20 euro a stufa)

Bilance..................................................................................................................presenti in museo
Tubo di Newton......................................................................................................... 90 euro
Sabbia per la luna..................................................................................................... In attesa
Ghiaccio per Marte................................................................................................... In attesa
Vaso di vetro per il ghiaccio...............................................................................................5 euro
2 Risme di Fogli A4 e 2 Pennarelli........................................................................................20 euro

Costo totale: 475 Euro + varie ed eventuali (vernicie - stampe - sabbia luna..ecc)


Il costo delle stampe fotografiche è dipendente dalla possibilità o meno di stampare direttamente al planetario o con una stampante fotografica eventualmente disponibile.

Lo spazio recintato si può realizzare con eventuali materiali presenti in planetario o con del nastro da incollare sul pavimento (cira 10 euro).

*Per il progetto dei gazebo rimando al post in cui ne avevo inserito la scansione
------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Chiaramente tutto questo è suscettibile di modifiche con le parti che mancano che ho cercato di evidenziare in neretto, ed anche parti da togliere o da aggiungere (anzi deve essere modificato e completato) direi se siete d'accordo. Per chi volesse inserire il suo contributo di fare un copia incolla del post e modificare o inserire le aggiunte su quanto già postato, per non riscrivere sempre tutto.

Saluti,

Massimiliano

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum