GRUPPO NUMERO 2

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Admin il Sab Apr 10, 2010 11:37 am

GRUPPO FORMATO DA ( )

Admin
Admin

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 26.03.10

Visualizza il profilo http://lapeex.forumotion.com

Torna in alto Andare in basso

GRUPPO FORMATO DA

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 1:58 pm

caterina michetti
giulia casini
stefano pisani
laura inno
daria limatola
eleonora saccone
ilaria de angelis

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

gruppo 2: idea laboratorio

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 7:46 pm

tra le cose che possiamo sfruttare al planetario c'è un planetario portatile!!!
provo a descrivervelo visto che credo solo laura lo abbia già visto:
immaginate una cupola ottomana (un po' + di una semisfera insomma) che dall'esterno sembra la luna....c'è un'apertura.. dentro ci vanno comodamente 30 sedie pronte ad ospitare gli spettatori...nel nostro caso ovviamente le sedie non ce le mettiamo.
secondo me il nostro laboratorio si può svolgere li dentro:
atterraggio di emergenza e usciamo dall'aereo (e quindi si entra nel planetarietto!)
ci troviamo sotto un cielo stellato e inizia la nostra storia:
dove ci troviamo??? scopo del "gioco" è capirlo.

PRIMA PARTE: (latitudine)
iniziamo a guardare le stelle...e per fortuna nel nostro aereo c'è una mappa celeste!
riconosciamo il grande carro...visto che siamo nell'emisfero nord...e quindi la polare! ora conosciamo la nostra latitudine.
a questo punto dobbiamo capire come stimare l'angolo della polare....c'è una cosa semplice che si può fare solo con le mani (ma me la devo riguardare)
per stimare grossolanamente i gradi (è tipo: braccio steso davanti agli occhi con pollice e indice aperti a L...allora l'angolo che vediamo tra il pollice e l'indice equivale tipo a 20gradi o qualcosa di simile....ma poichè siamo nel planetarietto e il cielo è molto + vicino non credo funzioni...magari sdraiandosi a terra, insomma non lo so, però ci si può ragionare insieme). con il sestante si fa con più precisione. quindi lo costruiamo.
trovata la polare sappiamo dove si trova il nord, quindi sud est ovest. a questo punto non credo sia necessaria la bussola, però se troviamo un'utilità si può sempre costruire....bisogna cercare di capire meglio anche i tempi...perchè secondo me basta costruire il sestante.

SECONDA PARTE: (longitudine)
il planetario è una macchina del tempo e quindi facciamo sorgere il sole!!!
il sole alla sua massima altezza ci indica il mezzogiorno locale. qui ci servirà il sestante per capire quando il sole sta alla sua massima altezza!
confrontiamo il mezzogiorno locale con quello del posto da dove siamo partiti grazie all'orologio che abbiamo al polso (o sull'aereo...in realtà l'ora è uin dato fondamentale e mi sa che dobbiamo dirgliela noi) e che è ancora impostato sull'ora del posto da cui siamo partiti.
e quindi ricaviamo la nostra longitudine: ogni ora di differenza corrisponde a 1/24 di 360°, cioè a 15°.
prendiamo la cartina e segnamo dove siamo!

secondo me il numero massimo di ragazzi deve essere 20.

MATERIALE:
-cartina del cielo
-carta geografica
-materiale per costruire il sestante
- orologio
- materiale già presente in museo: planetarietto, proiettore (se vogliamo fare il video)
-??

FINALITA':
-acquisire familiarità con il cielo e capire come ci si può orientare grazie alle stelle
- storicamente: il calcolo della latitudine è stato relativamente facile, ma per il calcolo della longitudine sono stati messi in palio dei premi...il problema non era banale!! quindi facciamo in qualche modo "passare" questa difficoltà
-???

COSE DA FARE:
- scelta del luogo dove si perdono i ragazzi..insomma dobbiamo decidere latitudine e longitudine!! non li vogliamo far trovare magari a parigi...quindi alla ricerca di un posto sperduto da proporre! stefano ha proposto un'isoletta microscopia nel mar delle Filippine, Kuroshima (24°14' N, 124°01' E).
- un mio amico ha un sestante...gli ho chiesto di prestarmelo così possiamo prendere familiarità....non è proprio banale da usare e se vogliamo farlo usare ai ragazzi noi dobbiamo essere preparatissimi Wink costruirlo invece non sembra difficile.
-???
-IMPORTANTE: secondo me dobbiamo iniziare a buttare giù il progetto...nel senso che dobbiamo scriverlo anche un po' in maniera formale. per quel poco che vi conosco mi sembra che il più indicato in questo caso potrebbe essere stefano. che ne dite? (ovviamente se stefano è d'accordo!)
- fare una prova per vedere quanto tempo impieghiamo a costruire il sestante, secondo me ci vuole una mezz'ora...quindi tutto il laboratorio non dovrebbe superare un'ora e un quarto.

ilaria

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

aggiungiamo

Messaggio  stefano pisani il Sab Apr 10, 2010 8:20 pm

anche che stiamo discutendo alcuni dettagli 'emotivi' - del tipo, la simulazione iniziale di un viaggio aereo verso la Mongolia alla scoperta dello Yeti (...): quindi inizialmente si potrebbe proiettare un documentario sul fantomatico animalone che poi viene interrotto bruscamente, con in sottofondo il rumore di un'elica rotta (SORPRESA SORPRESA). Poi da lì si spiegherebbe che siamo atterrati su un'isola apparentemente deserta e quindi occorre capire dove ci si trova, latitudine e longitudine, per costruire eventualmente una zattera per salvarsi. E' anche viva la proposta di mettere delle collanine con conchigliette (...) ai ragazzi durante la fase di costruzione del sestante/post naufragio (poi possono portarsele via, come ricordodella MERAVIGLIOSA esperienza)

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

direi che bisogna dettagliare il budget

Messaggio  daria il Sab Apr 10, 2010 8:41 pm

a tal proposito mi sorge un dubbio.

il laboratorio è "one shot"? o i 2000 euro servono per più "episodi"?

In ogni caso, con le attrezzature museali a disposizione, direi che se i materiali da acqusitare sono solo i cartoncini per il sestante, la spesa massima a persona è di 20 euro di materiali incluse le collanine, per cui possiamo replicare per 10 volte!!

non sto considerando i diritti di autore che dovrebbero eventualmente venire corrisposti per il filmato dell' air crash. suppongo che si possa chiedere alla siae che ha gli uffici vicino al planetario (la piazza con l'obelisco sulla colombo..piazza Marconi)

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re: direi che bisogna dettagliare il budget

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 8:53 pm

invece delle collanine possiamo far costruire a ognuno il suo sestante...oltre ai cartoncini ci serve il filo a piombo e il goniometro.
e nella spesa dobbiamo considerare anche le cartine (celeste e terrestre...e devono essere di buona qualità altrimenti non troveranno la nostra isoletta)
sicuramente quelle devono restare ai ragazzi....così che possano continuare a consultarle anche a casa.
e con il sestante si possono fare un sacco di altre cose quindi se riusciamo a farglieli tenere sarebbe la cosa migliore.

per il video credo che usarne uno già pronto non sia un'ottima idea...meglio se lo facciamo noi.

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

struttura narrativa

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 8:58 pm

noi ci buttiamo tra i ragazzi?
della serie..scesi dall'aereo iniziamo a guardare il cielo e li guidiamo tra le stelle..li aiutiamo a consultare la carta celeste..insomma anche noi siamo precipitati quindi facciamo parte della storia.....

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

i sestanti

Messaggio  daria il Sab Apr 10, 2010 9:11 pm

certo che li devono tenere! e anche le "bussole", quindi nelle spese bisgna aggiungere anche 20 auricolari. suppongo che bisogna acquistarli con fattura.

ho trovato un sito internet che vende delle cuffiette a € 3,07 iva inclusa.

per le cartine, c'è la "libreira del viaggiatore" dalle parti di p.zza santi apostoli, o una libreria nautica dalle parti di metro cipro. in alternativa c'è questo negozio on line
www.maps-store.it

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

P.S:

Messaggio  daria il Sab Apr 10, 2010 9:28 pm

Stefano, poer favore posta un link alla mappa di questa isola, non riesco a trovarla Crying or Very sad

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

re: i sestanti

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 9:43 pm

ma quindi alla fine vogliamo fare anche la bussola???
a che ci serve però?????

ho dato un'occhiata ai prezzi delle carte geografiche...non ne ho trovata ancora una adatta in realtà, però il prezzo medio è tra i 20 e i 30 euro..
quindi se sono 20 ragazzi: spesa cartina geografica, con meridiani e paralleli indicati, intorno ai 400-600 euro.

poi ci sono le carte celesti...che vendono anche al planetario...non riesco a fare una stima da internet però possiamo chiedere lunedì direttamente in planetario...e cmq non credo supereranno i 30 euro (anzi credo che in questo caso la cifra sia + bassa) diciamo che potrebbero essere sui 300 euro...e siamo a massimo circa 900euro.

poi c'è la spesa per il materiale sestante....abbiamo detto una ventina di euro anche li...tra cartoncini, scotch, filo a piombo e goniometro (mi pare di non aver dimenticato materiale..o si?) 20x20=400 euro...e siamo a 1300.

poi fogli e penne per scriversi le cose e ce la caviamo con poco qua.

che mi sono dimenticata???

bisogna verificare i prezzi delle cartine perchè su internet non l'ho trovata una adatta ai nostri scopi...bisognerebbe andare direttamente in un negozio...

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Sab Apr 10, 2010 9:51 pm

daria, la collana con conchiglie non è da costruire... è una roba che diamo ai ragazzi appena 'naufragano', per fargli capire che siamo entrati in una nuova fase e sempre come omaggio ricordo e pure come elemento per abbattere un po' le distanze... IL SESTANTE è il laboratorio, non la collanina Very Happy
poi, questa è l'isola: http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/2/29/Kuroshima_island_01.jpg

qui si vede un po' meglio (diciamo...) è dalle parti di ISHIGAKI
http://www.city.ishigaki.okinawa.jp/International/Images/ishigaki-asiamap.gif

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

isola

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 9:57 pm

mmmmmmmmmmm...ma è super abitato questo posto!!!!

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

stefano

Messaggio  daria il Sab Apr 10, 2010 10:14 pm

a parte che è in giappone...ma non è affatto un posto sperduto! se qualcuno naufraga lì, tutto quel che deve fare è andare in albergo ;-)

l'ho capito che le collanine sono da comprare, ho immaginato 5 euro a collanina, anche se non le si può "offrire" realmente, se si deve tener fede alla trama, i precipitati sono da soli. o hai pensato a una tribù indigena di cui noi saremmo i membri? potrebbe essere un'idea per "giustificare" la nostra presenza.

per Ilaria, ma come, la bussola serve!!! .... non serve? confused

propongo di far precipitare il nostro aereo nel deserto, uno a scelta, tra atacama, gobi, o magari nella tundra siberiana.

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

bussola

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 10:23 pm

una volta che abbiamo individuato la stella polare sappiamo dove si trova il nord, quindi sud, est e ovest...a questo punto a che serve la bussola?

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

dipende

Messaggio  daria il Sab Apr 10, 2010 10:28 pm

se si è molto vicini all'equatore, la bussola di giorno può servire.

e poi, se ci sono le nuvole? Cool

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

bussola e postoX

Messaggio  Ilaria De Angelis il Sab Apr 10, 2010 10:46 pm

non ho capito la storia dell'equatore.

cmq se ci sono le nuvole siamo fritti...non possiamo fare proprio niente e in quel caso sapere dove sta il nord non ci fa capire in quale punto della terra siamo finiti. in quel caso necessariamente dobbiamo aspettare che le nuvole vadano via.

per i deserti proposti sicuramente è da scartare quello di Atacama, perchè sta nell'emisfero sud e quindi non abbiamo la polare....questo non vuol dire che non possiamo capire le nostre coordinate, perchè si può fare anche con altre stelle, solo che diventa MOLTO più complicato. quindi io resterei dalla nostra parte della terra Wink

gli altri due dovrebbero andare bene perchè alla fine studiando un po' il sestante ho capito che non ci serve orizzonte piatto come il mare....il filo a piombo sostituisce la linea di orizzonte libero...quindi anche se ci sono dei rilievi non è grave (certo se ci coprono il cielo non va bene).

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

colluttazione Ufo

Messaggio  laura il Dom Apr 11, 2010 4:31 pm

Ciao a tutti,

ragazzi, questa idea è fantastica! Io adoro il planetarietto e sono sicura che ci aiuterà tantissimo a stupire e divertire la platera Wink
Ho letto ogni vostro scambio, l'idea mi sembra ben strutturata e a questo punto ci serve solo una decisa chiave narrativa, con l'avventura iniziale, l'incidente, magari qualche bizzarro incontro che può complicare la vita, la soluzione vincente e il ritorno alla civiltà.

L'idea dell'isola deserta forse è più simpatica di quella del deserto (lì ci si potrebbe distrarre con problemi di sopravvivenza base: cibo, calore, acqua ecc), mentre per l'isola questo si può superare facilmente, oppure si ci può fare ospitare da qualche tribu' indigena che non parla la nostra lingua ma per lo meno ci sfama. L'isola permette anche di rendere l'atmosfera più gradevole, e volendo posso portarvi vagonate di conchiglie a costo zero dalle spiagge salernitane Very Happy

allora, quale è lo scopo della nostra spedizione? Catturare lo Yeti? Andare in vacanza? Seguire le tracce di un avvistamento UFO?
Vogliamo provare a buttare giù una storia "formale" ?

A parte ringraziarvi per l'intensa attività, vi chiedo anche scusa per la mia limitata partecipazione, ma in questi giorni sono impegnata con un progetto di stage e con i preparativi del mio compleanno che, ebbene sì, è domani. Spero di esserci domani e di poter far parte della meravigliosa spedizione alla scoperta del cielo Smile

Buona domenica a tutti!

laura

Messaggi : 6
Data d'iscrizione : 11.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Dom Apr 11, 2010 7:39 pm

scusate ma la siberia era la mia prima opzione, e mi è stato detto che serviva il mare...
non so se sia superabitato, da google earth non sembrava ci fossero fitti insediamenti O_o

comunque, proviamo 24°13' N, 123°56' E? è una delle due isolette di fronte a quella piena di alberghi di cui sopra... da google earth sembra piena di verde e basta..

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Dom Apr 11, 2010 7:58 pm

dunque, per la serie, DIAMO I NUMERI

25°43'21" N
123°33'09" E

isola di Kitakojima, di cui trovate immagine Shocked qui http://i69.servimg.com/u/f69/15/09/34/33/isola10.jpg

poi, sulle collanine, secondo me potrebbero anche non trovare necessariamente una spiegazione narrativa, ma essere un simbolo di cambiamento di scenario (dall'aereo alla spiaggia)
[se la facciamo nel deserto ovviamente gli metteremo degli scorpioncini vivi nelle magliette, ça va sans dire]

ai fini della narrazione, credo poi che sia importante che inizi qualcuno parlando dello Yeti, mentre va il documentario, e poi, all'interruzione gli subentri un'altra voce - è il cambio di scena
subito dopo, mentre questa voce (o un'altra ancora ulteriormente subentrata) spiega che sta succedendo ('siamo naufragati, moriremo tutti se non capiamo dove ci troviamo, niente panico), distribuzione collanine (senza spiegare perché gliele stiamo mettendo al collo), e poi ci si dà da fare ('ma noi siamo bravi e sappiamo come usare la scienza, eheh! lo sapete che il sestante ci può salvare la vita? e voi che credevate di dover fare già testamento!')

alla fine si conclude vedendo dove i calcoli dei ragazzi col sestante ci hanno portato (sfoderando i potenti mezzi di google earth)

una roba del genere, insomma

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Ilaria De Angelis il Dom Apr 11, 2010 8:09 pm

ragazzi ricordiamoci che il laboratorio è per ragazzi tra i 17 e 22 anni...non so se è il caso di usare delle collanine

Ilaria De Angelis

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Dom Apr 11, 2010 8:35 pm

signore mie, quest'ostracismo verso le collanine SIMBOLICHE DER NAUFRAGIO mi indigna, poffarre! Evil or Very Mad
NON SE LE DEVONO MAGNA', NON CE DEVONO GIOCA', NON SONO LE COLLANINE DEL PARTITO DELL'AMORE Embarassed
sono solo un simbolo-oo-o..... come un adesivo, un gadget, un braccialetto, una roba qualsiasi che contraddistingua la situazione del naufragio :°°°(, un elemento decorativo, un costume minimal, una specifica teatrale di valenza al tempo stesso semiotica e semantica (che ho detto? boh, ma con una collanina al collo anche questo concetto è più carino) Suspect

bom

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Saccone Eleonora il Dom Apr 11, 2010 8:42 pm

Eccomi di nuovo!!!
Ero naufragata anch'io in altri impegni, ma da ora sono pronta con voi a salvare questa classe di studenti ignari!
Leggendovi pensavo che dovremmo cercare di rendere il racconto più verosimile possibile, il viaggio in aereo potrebbe quindi essere il loro viaggio scolastico di fine anno...un po' sfigato, purtroppo! Noi ci troviamo sull'aereo con loro in veste di hostess, noi femminucce, e di pilota per Stefano! Se vi piace potremmo quindi anche indossare divise adatte (magari semplici tailleur, nulla di difficile o costoso!).
In questo modo noi explainers avremmo un ruolo che ci permetterebbe all'inizio del volo spiegare la rotta e di mandare poi il filmato! (Sono d'accordo anche sull'idea di produrlo ex-novo!)
Naufragati sull'isola noi avremo paura quanto loro, ma qualcuno tra noi conosce il modo in cui poter leggere le stelle, salvando le nostre vite e aprendo i nostri occhi su un cielo che nelle nostre città abbiamo cancellato...
Sono anch'io contraria alle collanine, potrebbero distrarre, non c'è nessuno sull'isola che possa allietarci...solo le stelle a salvarlc!!! Super explainers aiutateci voi!!! Very Happy
Avranno in ricordo i materiali utilizzati e quelli costruiti...E un quesito...vorrebbero tutti tornare nelle città? O qualuno tra loro desidererebbe un finale come "The Beach"?
Grazie a voi tutti per le idee e le informazioni astronomiche!
A domani...CARICHI!!!

Saccone Eleonora

Messaggi : 14
Data d'iscrizione : 11.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Dom Apr 11, 2010 8:46 pm

cioè, TE te metti er tailleur, e non vogliamo dare du' collanine a questi poveretti.
Ma dove sono capitato! Laughing comunque, se il fato mi sarà avverso mi piegherò alla brutalità della maggioranza contraria, restando per sempre un incompreso. oimé. Like a Star @ heaven
(sopra, un esempio di stellina che si sarebbe potuta montare su una collanina, sig e sob)

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

il nostro ruolo

Messaggio  giuliecologa il Dom Apr 11, 2010 10:02 pm

Eccomi di nuovo anche io.
L'idea di introdurci nel racconto sotto forma di hostess o stuart mi sembra molto interessante e plausibile nel far filare la storia. Certo una scolaresca in gita di fine anno alla ricerca dello Yeti è un po' meno plausibile, però potrebbe introdurre un aspetto divertente e bizzarro della storia. In più uno/una di noi potrebbe essere uno degli studenti o il professore.
Ipotesi studente: il sobillatore del gruppo, quello "più sveglio" e che suggerisca di volta in volta "ah, dove siamo finiti?! Per capirlo potremmo guardare il cielo, ecc ecc", una specie di nostro infiltrato.
Ipotesi professore: un professore di scienze convinto che l'uomo di Neanderthal sia ancora a gironzolare in Asia e che la prova provata siano le leggende dello Yeti. Questo personaggio sarebbe utile come bizzarro figuro e suggeritore di come cavarsi dagli impacci.

giuliecologa

Messaggi : 29
Data d'iscrizione : 31.03.10
Località : Roma

Visualizza il profilo http://www.lecologo.org

Torna in alto Andare in basso

urgenteeeeeeeeee

Messaggio  daria il Lun Apr 12, 2010 1:26 am

il gruppo 1 ci sta facendo le scarpe!
andate a guardare quanto è dettagliato il budget!!

detto ciò,comunicazione di servizio: Io domani arrivo tardi.

non credo di arrivare prima delle sei. però, se per caso verso le 18.30 doveste accorgervi che non ci sono...venite a vedere se sono rimansta chiusa fuori Rolling Eyes

mi scuso si non poter essere più utile di così. Sad

daria

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 10.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum