GRUPPO NUMERO 2

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Admin il Mar Apr 13, 2010 8:59 pm

Isabella Buono
Mariasole Ciampoli
Caterina Michetti
Roberta Carini
Massimiliano Oddi
Sara Riello
Stefano Pisani
Andrea Bonchi
Emilia Romano

Admin
Admin

Messaggi : 18
Data d'iscrizione : 26.03.10

Visualizza il profilo http://lapeex.forumotion.com

Torna in alto Andare in basso

richiesta ...

Messaggio  stefano pisani il Mar Apr 13, 2010 11:28 pm

Ciao Ragazzi, scusatemi se vi disturbo - sono mancato all'ultimo appuntamento e ho letto che nella sua mail Gabriele ha raccomandato "Nel lavorare cercate di ricordare gli elementi trattati nell'incontro di ieri". Ora, c'è qualcuno che può, anche brevemente, raccontarmi i punti nuovi e salienti emersi nell'incontro di ieri, in modo che io ne possa tener conto e possa dare un buon conbtributo a questo nuovo laboratorio? ... mi rendo conto che è una seccatura ma ve ne sarei veramente molto grato... il mio indirizzo è stefano.pisani@gmail.com

Grazie in anticipo a chi vorrò venirmi incontro Smile

a presto



Ste

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

partiamo dall'idea

Messaggio  Isabella Buono il Mer Apr 14, 2010 12:25 am

Ciao a tutti.

Stefano, sicuramente qualcuno di noi bonae voluntatis, riassumerà i punti. Io non ne ho la forza ora, perché sono quasi le 11 e mezza di sera e sono un po' cotta...perdono!

Comunque direi di cominciare discutendo dell'IDEA sulla quale vogliamo costruire il nostro laboratorio. Massimiliano al termine dell'incontro di ieri mi proponeva come contenuto appunto l'origine della vita sulla Terra. Che ne dite? Avete da proporre altro per poi condividere una scelta?
Intanto magari Massimiliano tu potresti farci una sintesi della tua proposta, entrando nel merito della questione che hai in mente.

A presto
isa

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

idea in comune con il gruppo 3

Messaggio  Isabella Buono il Mer Apr 14, 2010 1:12 am

Ho appena letto che anche il gruppo 3 sta pensando di investire sul tema dell'origine della vita sulla Terra. Se pensiamo di mantenere questa proposta, seguiamoci a vicenda in modo da scegliere per esempio due tagli diversi della questione e di collaborare con loro il più possibile.
Altrimenti ci sforziamo di partorire un'altra idea.

ora vado, Morfeo mi aspetta Sleep

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Mer Apr 14, 2010 11:05 am

ciao a tutti.
per me va benissimo l'origine della vita sulla terra, però a riguardo sono un pò ignorante, se mi illustrate la teoria più moderna e accetta mi fareste un piacere
buona giornata a tutti

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  stefano pisani il Mer Apr 14, 2010 1:22 pm

ma qualcosa di futuristico, tipo la (diffusione della) vita nello spazio su altri pianeti, nel senso (anche) dei viaggi interplanetari, come la creazione di possibili insediamenti umani?
Oppure, la butto lì, qualcosa sugli esperimenti scientifici attualmente condotti per cercare vita intelligente nell'Universo?

L'origine della vita sulla terra mi sembra un ottimo tema, comunque...

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Lo scienziato pazzo alla ricerca della vita nello spazio

Messaggio  fotoraccontare il Mer Apr 14, 2010 1:24 pm

Scusate ma solo ora ho trovato il forum giusto

Idea “La Vita nello spazio”


La mia proposta è quella di creare una sceneggiatura e una scenografia per il laboratorio:

Provo a buttare giù il racconto in una forma narrativa (una sorta di sceneggiatura). Poi dovremmo confrontarci per vedere se ci stiamo con il budget e con gli strumenti già a disposizione nel planetario.

Titolo:

Lo scienziato pazzo

20 persone (genitori e figli) vengono radunate in fila indiana e guidate attraverso una porta che le conduce in una stanza buia con le pareti completamente nere (o molto scure). La stanza deve avere possibilmente una forma semicircolare e deve essere fornita di sedie disposte in una unica fila sul fondo della stanza addossate alle pareti). Le persone vengono introdotte nella stanza e aiutate a prendere posto. Le luci sono spente e una volta chiusa la porta il buio è totale. Gli altoparlanti a questo punto con uno stratagemma da definire (una voce o un suono) cercano di creare il silenzio in sala. Una volta ottenuto il silenzio, dopo una breve pausa, improvvisamente, uno spot luminoso si accende su una scrivania posta al centro della stanza dove sta lavorando uno scienziato che armeggia con beute provette ed un microscopio (il resto della stanza e il pubblico rimangono nel buio).
“vediamo un po’ cosa si riesce a vedere....allora....prendiamo un po’ di questo...un po’ di questo....ops...”....a questo punto lo scienziato ha bisogno di un aiuto per preparare un vetrino da osservare al microscopio...si accende uno spot che illumina una persona del pubblico (possibilmente un genitore con un bambino)...vengono invitati da una voce fuori campo a dare un aiuto allo scienziato. L’attore spiega ai due come devono preparare il vetrino gli indica il posto dove prelevare con una pipetta da una beuta posta lontano dalla scrivania un po’ di colture unicellulari da osservare al microscopio (lui non si può alzare dalla scrivania perché deve tenere fisso l’oculare del microscopio che altrimenti cadrebbe e dovrebbe essere risistemato)...quando i due avranno preparato il vetrino (è una simulazione non è bisogno che ci siano veramente delle colture) i due lo portano allo scienziato e lui lo mette sul microscopio, poi i due aiutanti vengono fatti riaccomodare sulle sedie e lo scienziato avvicina gli occhi all’oculare del microscopio...

...si spengono le luci e si accende uno schermo in cui vengono proiettate le immagini di un’osservazione al microscopio...la voce dello scienziato ( amplificata con un microfono commenta le immagini proiettate: una registrazione di una osservazione fatta in precedenza in cui si osservano diverse forme viventi uni o pluricellulari al microscopio (amebe, protozoi, piccoli rotiferi, volvox...ecc...)..lo scienziato una volta osservate e spiegate le cose che sta vedendo si chiede se queste possano essere presenti anche su altri pianeti nello spazio (è proprio questo che stà cercando)

...allora si avvicina ad un telescopio messo di fronte ad una finestra (finta ed appesa al muro)...il telescopio non tiene la sua posizione e di nuovo lo scienziato ha bisogno di qualcuno dal pubblico (stesso meccanismo di prima). Una volta che si è riusciti a sistemare la posizione del telescopio, i due si possono accomodare di nuovo a loro posto...lo scienziato guarda nel telescopio e di nuovo le luci si spengono e parte un filmato che illustra quello che si vedrebbe (ovviamente utilizzando ingrandimenti diversi e spiegando che tipo di ingrandimento si sta utilizzando)...inizia così la sua ricerca della vita su altri pianeti...utilizzando lo stratagemma del video e dei suoni per rendere l’atmosfera più coinvolgente (per esempio si potrebbe simulare la formazione del brodo primordiale con un video raffigurante pozze d’acqua, tuoni fulmini e vapore)...



...è uno spunto e solo l’inizio di una struttura narrativa da completare.. ancora da sviluppare...con nuove idee, e naturalmente anche da modificare.. che ve ne sembra?

Massimiliano

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

P.S.

Messaggio  fotoraccontare il Mer Apr 14, 2010 1:29 pm

Scusate eventuali "orrori" grammaticali nella precedente, ma ho riscritto in fretta e furia quello che avevo appuntato sull'agenda durante le mie peregrinazioni geografiche.

Ho letto ora tutti i vostri post, direi di buttare giù quante più idee vi vengono in mente, e in caso vi piaccia l'idea della rappresentazione, pensare a come inserirle in una struttura del genere (credo che in una struttura simile si possa inserire qualsiasi idea)

Ora scappo e migro da Riano a Roma.

A presto,

Massimiliano

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Mer Apr 14, 2010 2:30 pm

un'animazione del genere è carina come idea, ma non credo che basti per un laboratorio, mi sembra troppo statico per le persone che vengono, inoltre il buio totale per i bambini non è ideale, anche se sono accompaganti dai genitori possono sempre avere paura.
il laboratorio potrebbe iniziare nel modo che tu hai detto, lo scienziato pazzo potrebbe spiegare con questa scenetta cosa faranno i partecipanti del laboratorio, però poi le famiglie dovrebbero fare il grosso del lavoro.

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Sara Riello il Mer Apr 14, 2010 6:54 pm

Ciao a tutti,
non voglio fare la 'zavorra' del gruppo che propone e insiste sulle sue cose, ma rimetto in gioco la mia idea, svanita nel lavoro precedente, perchè, ancora di più con il target famiglie, mi sembra possibile e interessante. Solo una proposta, che necessita di miglioramenti, ditemi la vostra:
IL PIANETA TERRA, CHE FORTUNA!
FINALITA': comunicare e far riflettere su quali siano gli elementi fondamentali per la vita come noi la conosciamo (almeno alcuni): acqua allo stato liquido, e dunque range di temperatura, e illustrare i movimenti secondari della terra (precessione equinozi e variazione inclinazione asse terrestre, spostamento linea degli absidi e variazione eccentricità dell'orbita) (la nutazione può essere menzionata ma va trascurata nei nostri modelli perchè riguarda più le maree ed è un casino). Tali moti sono particolari rispetto agli altri pianeti e permettono il susseguirsi delle stagioni; peraltro non solo hanno cambiato la posizione della terra rispetto al sole dalle glaciazioni ad oggi, ( gli egiziani puntavano le aperture delle loro piramidi verso vega, non verso la polare!) ma ancora cambieranno nelle prossime migliaia di anni!
MOTIVAZIONI: L'importanza del nostro clima, dovuto ai fattori trattati, che permette la vita, e il continuo mutamento dello stesso già di per sè...figuriamoci con l'aumento dell'effetto serra causato dall'uomo!
STRUTTURA NARRATIVA tutta da inventare
NARRAZIONE: Perchè sulla terra c'è la vita e negli altri pianeti no? quale pianeta si potrebbe 'terraformare'?
Veloce carrellata sui pianeti del sistema solare - visibili nel planetario - partendo però da quelli gassosi (i più esterni), con le rispettive velocità di rotazione e rivoluzione e dunque mancanza delle stagioni, oltre alla loro lontananza dal sole e dunque impossibilità di avere temperature tra 0 e 100 gradi C, cioè acqua allo stato liquido, e quindi escluderli dal nostro percorso di laboratorio per l'impossibilità della vita per i detti motivi.
Lasciare come possibili vivibili solo Marte e Venere, dopo una veloce esclusione di Mercurio, stavolta troppo vicino al sole, piccolo e senza atmosfera e stesso piano orbita e inclinazione, percui mancanza stagioni e dalla velocità di rotazione e rivoluz, giorno e anno...escursione termica, temperature, ecc.. VITA IMPOSSIBILE anche lì.

VENERE: esclusa per lo strato di nuvole e presenza di acido solforico e ammoniaca (giusto?) e l'effetto serra conseguente. breve cenno che gira al contrario e giorno più lungo dell'anno

MARTE: ottimo, ma eccessiva variazione dell'inclinazione dell'asse di rotazione Forse terraformabile con trsporto di piante, alghe e organismi autotrofi per creare un'atmosfera adatta che climatizzi il pianeta....o appicicandogli una luna finta che lo stabilizzi un pò!javascript:emoticonp('Laughing')

TERRA: spiegazione moti grazie al modello presente al planetario e cenno su importanza della luna, perchè non si comporti come marte, e i moti secondari che verranno analizzati nel dettaglio nella prova di laboratorio.

Il tempo necessario per tutto ciò si dovrebbe aggirare intorno alla mezz'ora al massimo, anche meno. Il più difficile è spiegarlo ai bimbi che non lo conoscono ancora, ma il modello del sistema solare che c'è al planetario dovrebbe essere un valido aiuto.Se riusciamo a stringere i tempi è meglio.

LABORATORIO (parte pratica)
Il laboratorio pratico sarebbe consegnare del materiale alle singole famiglie, l'ideale sarebbe che ci sia un operatore-guida che può entrare a far parte del gioco, se si imposta come tale, ma che in parte aiuta nel lavoro. Ogni famiglia deve creare, sulla base delle nostre indicazioni e di quanto detto, i seguenti modelli:(alcuni incentrati sull'orbita, altri sull'asse terrestre)
1) un sistema terra - sole dove si possa variare, manualmente, l'inclinazione dell'asse terrestre, per vedere e confrontare lo stato attuale e quello che potrà essere tra 12.000 anni col polo nord su vega (per la precessione) e/o tra non so quanti anni, con la variazione inclinazione asse, (differenze possibili da 21 a 24 gradi). Il tutto cambierà radicalmente la nostra situazione climatica.
2) un sistema terra - sole, dove si possa variare invece il piano e la forma dell'orbita (spostamento linea absidi e variazione eccentricità dell'orbita). Anche questo inciderà sull'insolazione della terra

Da valutare secondo i tempi di realizzazione dei modelli, che possono variare anche in base al materiale che viene dato, se ogni famiglia li fa ambedue o uno solo

Finale con cenno sulla NUTAZIONE e importanza della luna per noi e conclusioni su quant'è bello o' sole, evviva le stagioni e che culo che abbiamo ad abitare nell'emisfero boreale..per ora, che sfiga tra 12.000anni!!!

Il materiale distribuito sarà:
palline che simulano terra e sole (costo da 1 euro a non so quanto per i modelli fatti apposta).
spiedini di legno per fissare gli stessi (costo 1 euro per pacco da 80 di 20cm l'uno)
goniometro (uno per gruppo) (costo 1 euro cad.) e materiale simile (metro, righello, matite, ecc...) (altri 5 o 6 euro)se devono calcolarsi l'angolo, i tropici e le distanze
sostegno base = orbita...per ora avevo pensato alla pista delle macchine telecomandate (ci abbiamo giocato tutti...magari con un pò di tempo e fantasia si riesce anche ad appiccicare il geoide sul motorino delle macchinine (debitamente smontate) e farlo girare ;-) ) ...perchè il laboratorio è anche un bel gioco!!!! (costo, le più scrause 50 euro o meno).
Perline varie rosse per decorare il sole, se va decorato, e qualcosa per decorare la terra (prezzo da valutare e pensare bene cosa)
Io già mi immagino papà e figlio che montano la pista, una ellittica e una circolare per vedere le differenze, mentre mamma e figlia decorano le palline per farle diventare un sole e una terra.

Il punto critico è trovare il punto esatto per l'angolo di inclinazione, io ho già provato a farli la sett scorsa, ma se la cosa diventa lunga si può dare la pallina col punto già segnato.

Sono molto in dubbio se farli lavorare divisi in famiglie e ognuno fa una cosa diversa o tutte le famiglie realizzano ambedue i tipi di modellini...bisognerebbe sperimentare il tutto e vedere i tempi di attuazione nei due casi!!

Problema la location..ma potrebbe anche essere l'ingresso del planetario, dato che mi sembra quello più grande da poter utilizare per la realizzazione del lavoro in gruppi e o famiglie (certo se capita un solo bimbo con solo un papà va unito a un altra famiglia, magari con solo mamma e solo figlia, così facciamo anche l'agenzia matrimoniale!)
Oppure ci facciamo montare il planetario gonfiabile così intanto hanno l'atmosfera intorno delle stelle....

Il tutto sarebbe carino allestirlo con schede di consultazione coi dati da utilizzare nei modelli (valore degli angoli, distanze, ecc...) che poi magari restano ai singoli...(da non sottovalutarne il costo se fatte carine ) così pure i modelli realizzati se fatti in economia!

Insomma, i dettagli sono da pensare e migliorare, mi è stata criticata la praticità della cosa, ma secondo me è fattibile e pure divertente, soprattuto la pista macchinine.
Se l'idea vi piace vado a cercare in garage quella di mia figlia e vedo che si può fare, altrimenti concentriamoci su altro, ma vi dico subito che il tema della 'nascita della vita' io lo vedo tostissimo dal punto di vista del laboratorio...basti pensare che a tutt'oggi, se non sono rimasta indietro, il brodo primordiale non sono riusciti ancora a farlo!!!! Trovare un laboratorio da fare, che coinvolga tutti e sia ben collegabile al tema, non è da poco...col lavoro della sett scorsa ci abbiamo provato senza risultati...io almeno ho grosse difficoltà...ben venga se avete qualche trovata, il tema è bello ma complicato da 'applicare'!
Mi piace lo scienziato pazzo ma concordo pienamente con Rob
A voi i commenti (quanto più critici, mi raccomando!)

kiss e a presto
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Mer Apr 14, 2010 9:25 pm

se riusciamo a fare il tutto in un'ora massimo un'ora e mezzo per me va bene. lo dovremmo provare!se i va ci possiamo vedere. io sono libera sabato pomeriggio o domenica mattina!ditemi voi
buona serata

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

si parte per marte!!!!

Messaggio  caterina il Gio Apr 15, 2010 1:23 am

ciao sara!
complimenti per il tuo progetto super dettagliato! Il mio dubbio è che forse pretendiamo di dare troppe info in così poco tempo rischiando di fare un pò un calderone. se ci focalizzassimo solo sulla vita su marte visto che se ne parla tanto? però io non saprei proprio che tipo di laboratorio poter fare...faccio una ricerchina.

ps:ho sbagliato e ho messo questo stesso mes sulla bacheca comune....ops!

caterina

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 11.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Marte e gravita'...la gravita' su Marte!!!

Messaggio  Mariasole il Gio Apr 15, 2010 8:23 pm

Ciao ragazzi!!!
Sto pensando un pochino cos'e' che potrebbe divertire le famiglie. Il progetto ideato da Massimiliano e' interessante e troppo simpatico!!! Dovremmo sempre tenere in considerazione il budget che abbiamo a disposizione (400 euro) e in piu' forse lavorare sul fatto che ci potrebbero essere "figli" di tutte le eta'.
Per quanto rigurda la proposta di Sara ho paura che il materiale da utilizzare (palline, perline) sia troppo piccolo per i bambini "piccoli" e non so se bambini di qualsiasi eta' stiano fermi a costruire e lavorare insieme ai genitori. Pero' possiamo lavorare noi su questa cosa e partendo dalla tua idea creare quale giochino interessante. Marte mi piace...possiamo cercare qualche esserino vivente presente su di esso e creare un laboratorio su quello!!! E l'argomento " forza di gravita'"???
Ci aggiorniamo,
buona serata

Mariasole

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

carina..

Messaggio  adriana il Gio Apr 15, 2010 9:37 pm

Anzi carinissima.. Sara che ha consulentato sulle "mitiche pozze" per il mio gruppo, il 3.

Credo sia proprio lo spirito del Laboratorio ( quello col nome del lassativo, intendo..)

Ovviamente, se "servo" sono a disposizione..!!!

Baci di buon lavoro!
adriana

adriana

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 06.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  fotoraccontare il Ven Apr 16, 2010 11:00 am

Sara, non è per smontare l'idea ma è solo una riflessione credo necessaria:

sei sicura che dei bambini sosterrebero argomenti come (cito dal tuo testo):
-"precessione equinozi e variazione inclinazione asse terrestre, spostamento linea degli absidi e variazione eccentricità dell'orbita"...
-"effetto serra e l'importanza del clima"...
-anche la "Veloce carrellata sui pianeti del sistema solare - visibili nel planetario - partendo però da quelli gassosi (i più esterni), con le rispettive velocità di rotazione e rivoluzione e dunque mancanza delle stagioni, oltre alla loro lontananza dal sole e dunque impossibilità di avere temperature tra 0 e 100 gradi C, cioè acqua allo stato liquido, e quindi escluderli dal nostro percorso di laboratorio per l'impossibilità della vita per i detti motivi.
Lasciare come possibili vivibili solo Marte e Venere, dopo una veloce esclusione di Mercurio, stavolta troppo vicino al sole, piccolo e senza atmosfera e stesso piano orbita e inclinazione, percui mancanza stagioni e dalla velocità di rotazione e rivoluz, giorno e anno...escursione termica, temperature, ecc.. VITA IMPOSSIBILE anche lì"


Mi sembrano argomenti più adatti ad uno studente alle prime armi di astrofisica, che è di per se curioso di scoprire qualcosa (non che i bambini non siano curiosi...tutt'altro...ma devono ancora scoprire quante zampe ha un ragno). Un bambino accompagnato dai genitori (presumo quindi sotto i dieci anni vista la precocità dello "svezzamento moderno") credo si troverebbe un po' disorientato a sentirsi parlare di NUTAZIONE...

Comunque a parte questa considerazione che secondo me richiede un riadattamento deciso del percorso ad un target decisamente più semplice di quello precedente (semplice come caratteristiche intrinseche , non come spettatore), l'idea del viaggio alla ricerca di altre condizioni, l'illustrazione dei pianeti nel planetario e l'idea di far mettere le mani su qualcosa che rappresenti peculiarmente e faccia capire perchè nel nostro pianeta la vita, almeno come la conosciamo noi e per quello che sappiamo si è sviluppata solo sulla terra, mi sembra un buon percorso.

Credo che anche il laboratorio in cui costruire, sia stato pensato per un target più adulto e andrebbe riadattato, tu dici (cito):

1) un sistema terra - sole dove si possa variare, manualmente, l'inclinazione dell'asse terrestre, per vedere e confrontare lo stato attuale e quello che potrà essere tra 12.000 anni col polo nord su vega (per la precessione) e/o tra non so quanti anni, con la variazione inclinazione asse, (differenze possibili da 21 a 24 gradi). Il tutto cambierà radicalmente la nostra situazione climatica.
2) un sistema terra - sole, dove si possa variare invece il piano e la forma dell'orbita (spostamento linea absidi e variazione eccentricità dell'orbita). Anche questo inciderà sull'insolazione della terra.....


....già parlare di asse di rotazione terrestre mi sembra un impresa eccessiva (alle elementari si impara a leggere e scrivere...almeno ai miei tempi...non so oggi...ditemi voi che siete più esperti sicuramente).

Credo che con genitori e bambini piccoli il laboratorio debba prendere in considerazione esperienze molto più semplici, e molto meno ambiziose.

Credo come dicevo nel precedente gruppo, che il principio ispiratore sia quello di offrire un'esperienza che non sia ripetibile in un laboratorio solastico o a casa. L'idea del giro per sale con i pianeti è per esempio qualcosa di peculiare, ma anche le persone (noi) possono essere una risorsa che non può essere riprodotta altrove. Quindo dobbiamo, secondo me, trovare il modo di dare spazio nel percorso a degli strumenti unici che abbiamo a disposizione (tipo i pianeti o le sale del museo o gli spazi stessi del museo) o valorizzare le nostre competenze e metterci in gioco personalmente diventando noi stessi ogetti unici e "da museo" (quindi offrendo qualcosa in cui il pubblico possa apprezzare veramente quello che stiamo facendo e che possiamo fargli fare (che pensate per esempio dell'idea di fargli scattare delle fotografie sul tema della vita nello spazio, insegnando loro come scattare una foto, che possono poi rivedere al computer stampare e portarsi a casa?)

Una piccolissima cosa in difesa dell'idea dello scienziato pazzo (ma se non vi piace io l'ho già accantonata e sto pensando ad un'idea nuova per adattare il progetto di Sara) è solo magari uno spunto per non escludere lo stratagemma del buio che credo sia molto efficace per mantenere la soglia di attenzione alta, per eventuali future idee): il buio sarebbe lo stesso che si crea nella cupola del planetario durante gli spettacoli di Gabriele, lo stesso buio che c'è al cinema prima che inizi un film, lo stesso buio che c'è nella stanza di ogni bambino prima che si addormenti la sera.....non credo sia un'esperienza così traumatizzante e comunque durerebbe solo per pochi secondi prima che inizi lo spettacolo...

Per me va bene domenica mattina (poi per pranzo ho un' impegno), ma visto che ho fuso il motore dello scooter e dovrò arrivare in macchina da Riano Flaminio, vi prego di essere clementi sugli orari (insomma non prima delle 10 se non sono troppo rompiscatole....)

Un abbraccio,

Massimiliano

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

disponibilità

Messaggio  stefano pisani il Ven Apr 16, 2010 11:35 am

scusatemi se mi inserisco nella discussione, che prevedo sarà piuttosto, e giustamente, approfondita e animata. Mi sarebbe piaciuto, perché purtroppo non vi conosco, che ognuno preliminarmente facesse di sé una sinteticissima presentazione, per cercare di capire che tipo di carte potevamo giocarci (non so se siete d'accordo con me ma è un po' inusuale che si debba lavorare in gruppo con persone di cui si ignorano completamente i rispettivi 'precedenti' lavorativi e quindi le potenzialità...). Comunque, assodato che, gioco forza, il dover lavorare via mail e con persone distanti che è difficile incontrare è un limite difficile da superare, che il tempo (risicatissimo) è quello che è, che ognuno di noi ha altri lavori e non ha il progettare laboratori come attività principale a cui può dedicare le sue energie mentali costantemente, non insisto sulle mie suggestioni precedenti, né cerco di introdurre un'idea completamente nuova rispetto alle cose che fin qui (e immagino anche al Planetario lunedì scorso) i componenti del gruppo si sono detti. Una cosa che volevo fare, però, è mettermi a disposizione per un contributo che potrei dare alla stesura della sceneggiatura (non appena si sia raggiunta una convergenza sull'approccio all'argomento), occupandomi di scrittura creativa da un po' di tempo ed essendomi già cimentato, in un recente passato, nella scrittura di opere teatrali (mi astengo dalle consulenze 'scientifiche' - sono un matematico di , e tutto quello che direi sarebbe frutto di ricerche condotte or ora, che tra l'altro richiedono tempo che non abbiamo. E poi non è il caso, avendo in squadra astrofisici che sarebbero molto più rapidi e preparati di me). Forse è un po' pochino, però nelle difficili condizioni in cui ci sta toccando lavorare, è comunque qualcosa...

stefano pisani

Messaggi : 26
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

facciamo il punto

Messaggio  Isabella Buono il Ven Apr 16, 2010 5:38 pm

Ragazzi ora mi sembra necessario fare il punto. Ci provo io, sia pur con molta molta grossolanità.

Finora le proposte emerse sono:
1. contenuto:"l'origine della vita sulla Terra" - modalità: drammatizzazione teatrale - proponente: Massimiliano
2. contenuto: "quali elementi fondamentali permettono la vita, come noi la conosciamo, sulla Terra" - modalità: spiegazione teorica+giochi pratici guidati - proponente: Sara
3. contenuto:"vita su Marte/forza di gravità" -modalità: non ancora stabilita -proponente: Caterina/Mariasole

Il mio disagio in generale è pressocché identito a quello espresso da Stefano. In particolare anch'io sono un matematico e non ho mai avuto finora interessi particolari che ne so...per la fantascienza, non ho seguito le spedizioni degli astronauti nello spazio. Ancora, le mie conoscenze sull'origine della vita sulla Terra? Brodo primordiale+colpo di fulmine=paramecio!
Ok magari esagero un po' ma è per intenderci che nell'ambito dei campi proposti, personalmente non saprei di fronte ad alcuni "fatti", se si tratti di dati accertati o di cose su cui la comunità scientifica dibatte ancora animatamente.

Fatte queste premesse, esprimo alcune considerazioni.
Innanzitutto GRAZIE a voi che avete "tirato fuori" idee, comunque esse siano. E' da lì che si comincia a costruire, perché ci avete offerto in ogni caso lo spunto per riflettere e lavorarci su.

Delle proposte Di Caterina e Mariasole oltre a ciò che ho espresso prima in generale, non so che dire perché non sono ancora entrate nel merito.

Della proposta di Massimiliano a me piace la modalità, la drammatizzazione intendo (ciò che nello specifico non mi garba è il commento di immagini proiettate..). Mi piaciono il "buio", anche se poi a mio avviso i tempi si devono decisamente ridurre (cosa che non è sbagliata in assoluto!!) e l'uso dei suoni.

Della proposta di Sara non mi convince la modalità, bisogna lavorarci su. Mi piace l'idea di far giocare (io giocherei di continuo) ma proporrei altri giochi o strutturerei la modalità stessa come gioco (es giochi di ruolo..). Inoltre anche a me è parsa troppo densa di argomenti, si rischia l'elenco sterile. Sta a noi operare una scelta.

L'idea di fondo di Sara però mi interessa: l'incredibile fortunosa concomitanza di circostanze che rendono la Terra favorevole alla vita come noi la conosciamo. A partire da questa, ho provato ad articolare. Come? Ve lo scrivo nel prossimo messaggio altrimenti qui la faccio troppo lunga.

Chiudo proponendo anch'io, a chi può, di incontrarci. Per me va bene sia domani sia domenica. Dove volete voi, al planetario, a villa pamphili, al mare, a casa mia a pranzo o a cena... Mattina e/o pomeriggio. Voi mi dite e io mi organizzo.
Sono disponibilissima a tutto questo weekend. Non per abnegazione ma perché pur constatando tutte le difficoltà, l'idea di progettare qualcosa mi diverte da morire.

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Julia Rizzo il Ven Apr 16, 2010 6:12 pm

http://oggiscienza.wordpress.com/2010/04/12/venere-bollente/
per la cronaca e per rtrovare qualche idea nel riprodurre le condizioni su venere

Julia Rizzo

Messaggi : 37
Data d'iscrizione : 27.03.10
Età : 31

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Ven Apr 16, 2010 6:43 pm

scusa se non sono intervenuta molto, ma purtroppo finchè non so bene l'argomento di cui parlo non mi vengono proprio le idee per un possibile laboratorio.
fino ad oggi purtroppo sono stata molto impegnata.
per ora sono più propensa alla proposta di sara solo perchè almeno ho un'idea di quella che vuole trattare, anche se la prova pratica forse è troppo complicata, però se ne può ideara una più semplice.
per quanto riguarda gli altri due argomenti per me sono proprio tabula rasa, non ho idea di come si sia sviluppata la vita sulla terra, e secondo le mie conoscenze la vita su marte è impossibile e ad oggi non hanno scoperto nessun batterio su essa. per quanto riguarda la gravità è vero che fa girare l'universo però una connessione diretta con la vita non la vedo, ma ripeto forse perchè non sono esperta di questo.
della ricerca della vita nello spazio so solo che si basa sulla ricerca di pianeti che hanno nell'atmosfera vapore acqueo, ozono e anidride carbonica, che sono alla base per lo sviluppo di biomasse come noi.
so le varie tecniche di ricerca dei pianeti extrasolari, anche questo può essere un argomento interesante, ma per il resto non so dirvi altro.
Per rispondere a stefano, per me va benissimo che ci pensi tu alla sceneggiatura.
a presto

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Massimiliano....siamo nel 2010!!!!!!!! ;-)

Messaggio  Sara Riello il Ven Apr 16, 2010 6:58 pm

ehm, ehm...scusa massimiliano, ma deduco che tu non abbia figli nè contatti con le scolaresche!!! Ti assicuro che alle elementari sanno benissimo perchè esiste il giorno e la notte e/o le stagioni....altro che non sanno quante zampe ha un ragno....ne sanno molto dipiù loro che non gli adulti, in materia scientifica soprattutto!!!! Se proprio vogliamo essere "pignoli" (non nel senso critico di Mister G. ma per rassicurarti) forse chi potrebbe non saperlo sono in età prescolare (che escluderei da qualunque tipo di altra attività possibile, o quasi) e quelli di sei anni , di prima elementare...ma se c'è una cosa facile da capire e da spiegare è una palla che gira su se stessa e intorno a un altra, (ecco, questo va bene anche a quattro anni!!) soprattutto se gliela fai vedere e costruire!!!! E, per rispondere anche a (forse Mariasole?. ora non vedo il messaggio) riguardo alle perline, quelle sono solo una cosa in più per COINVOLGERE tutta la famiglia il più possibile, e non credo che a sei anni delle perline, che possono essere anche altre cose tipo semplici pennarelli, all'occorrenza, possano essere pericolose o ingestibili!
Infine vi invito a riflettere sulla quantità di notizie...che secondo me invece presentano il problema opposto...sono troppo poche! E' ovvio che i termini devono essere di un certo tipo...non andremo mai a parlare di NUTAZIONE...e manco a un adulto, perchè si sente stupido perchè manco lui sa cosa sia....ma di movimenti della terra! E il tutto si riduce semplicemente a girare su se stessa con una inclinazione diversa e su un orbita diversa da quelle attuali. Con un modellino una vera stronzata (pardon) di cui però non ci si rende conto!!!!
Il punto su cui riflettere secondo me è solo la famosa STRUTTURA NARRATIVA!!!!!
Quanto agli altri temi sono senza dubbio interessanti ma per quanto mi rigurda si ripropone il mio problema: non conosco prove pratiche possibili che non siano banali (tipo pesarsi sulle bilance tarate per i diversi pianeti, o vedere i protozoi ai vetrini - già in corso) ma che siano attinenti coi temi stessi: l'origine della vita....magari sapessimo riprodurre il brodo primordiale...tutto il resto mi pare teorico o forzatamente collegato al tema....e la gravità su marte....magari potessimo ricrearla, percepirne l'effetto o che so io!!!! ERGO: possiamo inventarci tutte le finalità e le bellissime storie che vogliamo intorno....ma al dunque dell'attività pratica ci si perde...almeno io!('confused')
....ma mi pare anche voi!!
Per il vederci, mi spiace tantissimo, ma per me è impossibile....abito a Rieti e vengo a già tutti i giorni....oltre alla stanchezza mia figlia mi ucciderebbe!! Mi piacerebbe da morire, ma o ci incontriamo lunedì pomeriggio presto, o io non posso. Però se vi trovate in qualche casa dove ci sia un telefono fisso dove posso chiamarvi ditemelo , che posso stare al telefono quanto voglio....soprattutto se pensate di sviluppare la mia idea, mi piacerebbe partecipare. Inoltre se è vostra intenzione, mi cimenterò nella costruzione del modellino, quindi avvisatemi! In ogni caso spero di riuscire a dare una mano a distanza, su qualunque tema.
Grazie lo stesso a Isabella per l'invito
Stasera faccio un giro a vedere se ci sono news, ora vado a "sbirciare" gli altri('Wink')
ciao
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

diamo i numeri...di telefono

Messaggio  Isabella Buono il Ven Apr 16, 2010 7:08 pm

Per Sara e per chi vuole, i miei numeri di telefono sono

06 58 33 59 47
339 78 53 883

Smile

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

RE: DIAMO I NUMERI....

Messaggio  Sara Riello il Ven Apr 16, 2010 7:16 pm

Ecco i miei:
0746 250708
340 5412447
ciao!!!!!

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

numeri telefonici

Messaggio  Mariasole il Ven Apr 16, 2010 9:18 pm

Ecco i miei!!!
0699701254
3381273509
ciao, ciao, ciao

Mariasole

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Ven Apr 16, 2010 10:16 pm

il mio è 388 1874774

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

INCONTRIAMOCI

Messaggio  Isabella Buono il Ven Apr 16, 2010 10:51 pm

Ragazzi incontriamoci. Dai dai dai!! lol!

Mi rivolgo a chi può chiaramente. Sara è a Rieti e Stefano a Napoli, ma voi che dite?
Senza nulla togliere al forum, penso sia CRUCIALE Shocked vedersi di persona. Sto sviluppando dei contenuti a partire dall'idea di Sara, ho in mente una struttura narrativa con una modalità articolata. Mi piacerebbe poterla condividere con voi, con Massimiliano che aveva anticipato la stessa operazione. E' chiaro la scrivo e poi ci lavoriamo tutti ma se ci si potesse confrontare durante non sarebbe male.

Stefano, per quello che ho in mente (purtroppo sono una visionaria), è fondamentale il tuo contributo alla sceneggiatura. Puoi scrivere un numero di tel e dire quando puoi essere contattato? A viva voce potrebbe essere tutto più semplice.

Let me know

Smile

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum