GRUPPO NUMERO 2

Pagina 2 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

NEWS

Messaggio  Sara Riello il Ven Apr 16, 2010 11:12 pm

Ciao,
sto provando a fare il modellino...la pista delle macchinine è un pò complicato, ma domattina ho più tempo da dedicarci...la terra coi tropici e l'equatore è pronta!
Intanto, dopo una chiacchierata al tel con Isabella mi è venuta in mente questa, vedete se vi piace e come si può sviluppare in caso....io mi cimento col modellino, i più fantasiosi con le storie...
....un E.T. che studia la terra e scopre che, grazie ai cambiamenti climatici che ci saranno per i vari cambiamenti di asse, ecc.. ecc..e magari anche l'aiuto dell'uomo che accelera l'aumento dell'effetto serra, fra tot anni il nostro pianeta sarà abitabile per la sua gente e noi dovremmo trasferirci sul suo....('Question')('Exclamation') ....
A domani..
notte a tutti

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Ho le visioni

Messaggio  Isabella Buono il Ven Apr 16, 2010 11:58 pm

la mia struttura è...ehm..molto più visionaria...

Shocked Shocked Shocked

Ormai sono partita del tutto cyclops , la scrivo e ve la mando domani.
besitos

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Sab Apr 17, 2010 10:35 am

si questa idea mi piace un sacco, così sensibilizziamo anche le perone a prendersi cura del proprio pianeta!!!

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Incontro

Messaggio  fotoraccontare il Sab Apr 17, 2010 10:53 am

Ciao Ragazzi,
so che gli altri gruppi stanno proponendo di inserire l'attività di ogni gruppo in un percorso comune per ottimizzare gli sforzi. Sentiamo anche gli altri così non andiamo verso soluzioni impraticabili.

Comunque direi per essere fattivo:

Non ho capito bene quale punto stiamo portando avanti, ma chi ha avuto le idee poi intraprese può spiegare:

C'è qualcosa che serve fare? Dividiamoci i compiti così è anche più facile. Io se serve e vi viene in mente qualcosa sono disponibile a fare e trovare materiale lel settore della biologia, botanica, zoologia, biologia marina, fotografia.
Sara, proponi, così iniziamo a sporcarci le mani.

Decisamente dire vediamoci.

Dove?
Quando?

Io abito a Riano, per me Domenica mattina va bene e anche se ho posto il limite dalle 10 in poi, posso anche fare molto prima (era solo uno svegliarsi tardi convenzionale di domenica....ma tanto io mi sveglio comunque alle Cool

Quindi:

tel. 3388749580

Se volete io ho anche casa a disposizione con terrazzo annesso con grandi spazi per progettare all'aperto...però è a Riano.

Fatemi sapere,

un abbraccio, Massimiliano

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

La vita è una cosa meravigliosa

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 12:28 pm

Questo è quello che ho in mente. Il che la dice lunga sul mio stato neuropsichiatrico.
AVVERTENZE: leggete tutto, lo so è lungo. Ho sviluppato un po' gli argomenti e non solo citati perché bisogna scrivere delle sceneggiature. Si capisce solo leggendo la struttura narrativa.
-

Titolo: “La vita è una cosa meravigliosa

Contenuto
L’incredibile e fortunoso concorso di fattori che rendono possibile sulla Terra la vita come noi la conosciamo contrapposto al fatto che se la Terra ci sembra così accogliente, è perché ci siamo evoluti in modo da adeguarci alle sue condizioni.

Argomenti
1. Posizione eccellente: siamo alla distanza giusta dal tipo giusto di stella. Il Sole è abbastanza grande da irradiare una significativa quantità di energia, ma non così grande da consumarsi velocemente (più grande è una stella, più rapidamente brucia). E poi, appena più vicini al Sole e tutto sarebbe evaporato. Appena più lontani, e tutto sarebbe congelato.

2. L’inclinazione dell’asse terrestre e i moti della Terra: scritto e diretto da Sara.

3. Compagna Luna: la maggior parte delle lune in confronto al pianeta principale è molto piccola. Il nostro pianeta è l’unico del sistema solare ad avere un satellite di dimensioni così significative rispetto alle proprie. Grazie a ciò, la Luna ha un enorme effetto stabilizzante (senza barcollerebbe tipo trottola che sta per fermarsi, con probabili disastrose conseguenze sul clima), così che come satellite ha una dimensione piuttosto cospicue rispetto alla Terra, ha un effetto stabilizzante.

4. Un nucleo provvidenziale: le burrascose viscere del nostro pianeta ci hanno fornito le esalazioni di gas necessarie alla formazione di un’atmosfera e dotato il pianeta di un campo magnetico che lo protegge dai raggi cosmici. La tettonica a placche è un dono del nucleo fuso, se la Terra fosse liscia, sarebbe tutta ricoperta d’acqua fino a una profondità di circa 4 Km: in un unico oceano solitario, potrebbe esserci certo vita ma a quel punto… niente planetari!

5. Gli elementi giusti nelle corrette proporzioni
Alcuni indispensabili:
- Il carbonio e la sua spudorata promiscuità: è “l’anima della festa”, si aggancia a se stesso e molti altri elementi, li tiene stretti, dando luogo a lunghe catene molto robuste (il trucco usato dalla natura per costruire proteine e DNA)
- Il ferro: per sintetizzare l’emoglobina
- Lo zinco: ossida l’alcool

Bizzarre combinazioni
- Ossigeno e idrogeno sono i più ben disposti per la combustione ma una volta combinati, formeranno l’acqua che non è combustibile
- L’instabile sodio e il pericoloso cloro. Se si immerge un pezzetto di sodio puro in un po’ d’acqua, il tutto esploderà con una potenza che può uccidere. Il cloro in piccole quantità uccide i microrganismi (candeggina), in maggiori quantità risulta letale. E se si combinano fra loro, che si ottiene? Comune sale da cucina.

Ci siamo evoluti in modo da utilizzare o tollerare tali elementi in una determinata misura
- Il selenio è vitale ma se ne assumiamo un po’ di più è letale
- L’arsenico? Non si sa bene se una minuscola quantità sia necessaria. Assumendone troppo di sicuro uccide.

6. “Tutto o quasi è relativo”: se la Terra ci sembra così accogliente quindi, è perché ci siamo evoluti in modo da adeguarci alle sue condizioni. Altri mondi potrebbero essere popolati da esseri entusiasti per le loro montagne di piombo e i loro laghi di cadmio. Magari felici di vivere su un pianeta tranquillo che non semina terrore con terremoti e colate di lava. Giungendo da noi, sarebbero sconcertati in un’atmosfera piena del poco socievole azoto e dell’incendiario ossigeno. E se volessimo essere ospitali con loro invitandoli a pranzo, offriremmo cibi contenenti tracce di manganese, selenio e altre sostanze che potrebbero essere velenose per loro.

Struttura narrativa
Ognuno di questi sei argomenti viene sviluppato con la modalità della drammatizzazione teatrale, eccetto il secondo (il laboratorio di Sara), in zone circoscritte, vicine e separate. In sostanza si tratta di mini laboratori-spettacolo a sé stanti e indipendenti. Questo non è un espediente, ha un valore intrinseco: si vuole comunicare che ognuno di quei fattori ha pari dignità nel concorrere a rendere la Terra vivibile.
Ciascuno ha la sua sceneggiatura e la sua scenografia, i suoi interpreti e il suo registro.

In particolare,
- per il 1° dialogo a due voci, Terra e Sole (tempo max 10 min)
- per il 3° dialogo a due voci, Terra e Luna (tempo max 10 min)
- per il 4° monologo, il nucleo (tempo max 5 min)
- per il 5° dialogo a più voci, vari elementi (tempo max 10 min)
- per il 6° dialogo a più voci, terrestri e visitatori alieni (tempo max 10 min)

Si svolgono per così dire contemporaneamente, nel senso che sono ciclici e tra una performance e l’altra trascorre il tempo necessario agli attori per prender fiato. I visitatori possono decidere a quanti e quali spettacoli assistere, nell’ordine che vogliono e all’ingresso di ogni spazio troveranno scritto in modo evidente la durata, in modo che possano regolarsi.
Il filo conduttore che lega tutto è il contenuto. Potrebbe generare dubbi il 2° laboratorio di Sara, così diverso dagli altri. E invece penso sia un punto di forza, di per sé valido, condotto sicuramente con una modalità di animazione spettacolo e inoltre necessario, perché è l’unico interattivo, una discontinuità che “spariglia” in senso positivo.

Gestione dei visitatori
Una o due persone potrebbero svolgere il ruolo di “regolatori di flusso”, avvisando le persone che sta per iniziare questo o quello spettacolo e occupandosi di distribuirle il più possibile. Cinque persone faranno da “maschere”, sono necessarie per la gestione del flusso dei visitatori all’ingresso di ogni spettacolo: ogni spazio potrà contenere solo un certo numero di spettatori alla volta, eventualmente aiuteranno a prender posto e a far defluire alla fine.

Sembra confusionario ma non lo è, basta organizzarlo con serietà e il fatto che si chiede al pubblico di spostarsi, è secondo me un altro punto di forza, crea dinamismo, curiosità nell'animazione successiva, sono consapevoli che si tratta di momenti brevi e questo rasserena.

Tempi
Ogni spettacolo deve durare non più di 10 minuti! Meglio se meno. Lo spettacolo 4 deve durare 5 minuti!
QUESTO È FONDAMENTALE: devono essere tutti MOLTO BREVI (fatta eccezione per il 2° che ha una diversa modalità), snelli e pieni di ritmo.

Gestione del budget
E' da fare, e sarà difficile perché ... siamo poveri! Al netto delle spese dell'animazione di Sara, il restante budget andrà quasi interamente dedicato alla scenografia.
La scenografia interna agli spazi è ridotta all'osso: solo luci (lampade, torce se necessario), i costumi con cui gli attori (noi explainers jocolor ) andranno "in scena" saranno opportunamente scelti nel loro guardaroba, sedie e/o panche...è misero ma noi lo spacceremo per "minimalista ricercato".
E' la scenografia esterna che costerà e molte delle spese saranno da fare in tipografia. Serve separare gli spazi per esempio con pannelli di cartone tipo separe'. Bisogna pensare ai cartelli con il titolo e il tempo di durata per ogni spazio (e lì verranno brutti ma possiamo riparmiare) e pensare e ad una guida a terra, per esempio una striscia di adesivo colorato, che dia l'idea del percorso. Soprattutto io vorrei fare un sopralluogo lì per rendermi conto bene anche degli spazi fuori e chiedere che tipo di materiale potrebbe essere a disposizione.

Se vi stuzzica l'idea (e avete superato lo shock), ci organizziamo.
Sara ci farà sapere al più presto la struttura narrativa, i tempi e il budget della sua animazione. Ci dirà se ha bisogno di aiuto per il budget.
Delle sceneggiature potrebbero occuparsi Stefano e Massimiliano e io vorrei contribuire. Ho pensato a quei dialoghi a cui ho accennato ma si possono stravolgere a vostro piacimento. Il registro lo terrei generalmente sullo spiritoso. Chi altro si offre?
Chi di voi poi è disposto a pensare alla scenografia (almeno esterna perché quella interna può dipendere dalla sceneggiatua)?
E chi poi al budget?

Io vorrei andare al planetario oggi, ci sarà qualcuno di voi?
Massimiliano, potremmo vederci domani, all'ora che voi tu (meglio anche per me non di mattina presto) e dove (a meglio che a Riano
Wink ) vuoi tu.

fatemi sapere e buona giornata,
isa

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

RE MASSIMILIANO

Messaggio  Sara Riello il Sab Apr 17, 2010 1:17 pm

Ciao a tutti!
sto provando a inserire la foto del mio prototipo di modellino...[img][/img]...ma non ci riesco...qualcuno più bravo di me che gliela mando via mail e poi la gira nel forum?
Comunque: io ho fatto solo una prova, con la pista delle macchinine in realtà non è così facile, o meglio, mi servirebbe davvero una mano di qualche folle come me, convinto, pratico di ferramenta, per posizionare la terra inclinata sulla pista stessa.
Forse basterebbe comprare il gioco della CLEMENTONI col modello del sistema solare...(25 euro), e magari modificarlo un pò, ma non l'ho mai visto e non so di preciso. In ogni caso si può fare il tutto in economia...soprattutto data la bellissima idea di Isabella..e quindi la necessità di risparmiare:
- Sole fisso fatto da un lumetto a sfera (magari bucato laddove vogliamo che mandi i raggi verso la terra) - lo cerco su sito ikea o altro ma penso sui 20, 30 euro a dire tantissimo.
- Palla di polistirolo, vuota e che si apre in due, (quelle tipo per fare patchwork o decorazioni natalizie). Io le ho trovate a 2 euro l'una di diametro di 14 cm, la misura va scelta in base al lumetto, non sarà proporzionata come terra sole ma almeno la terra dovrà essere più piccola del sole. Dato che i tempi devono essere stretti dobbiamo avere il modellino della terra già pronto...se si trova in commercio a prezzo modico fantastico..provo a cercarlo su internet, fatelo anche voi!!!
- Base di appoggio con i quattro buchetti dove fissare la terra in corrispondenza dei solstizi e degli equinozi (io l'ho fatta con una scatola di scarpe...ne servirebbe una lunga e stretta per orbita ellittica, sempre in cartone per risparmiare, alla peggio si colora o ricopre con carta stellata da presepe (siamo su qualche euro di spesa).
- Gli spiedini come legnetti di sostegno per la terra, ne servono almeno 16, ma il pacco da 1,5 euro ne contiene parecchi, no problem.

Il modello deve dare la possibilità ai visitatori di posizionare la terra nei quattro punti cruciali delle stagioni e quindi capire, con l'aiuto di uno di noi, le diverse insolazioni nelle stagioni e negli emisferi boreale e australe...poi, spostando l'inclinazione dell'asse, così come è stato in passato e come sarà in futuro, vedere le differenze. Idem riposizionando la terra su un orbita circolare e non più ellittica....basta fare i buchi sulla nostra base di cartone anche per queste nuove posizioni.
Non è detto quindi che la nostra terra tra diecimila anni sarà ancora bella e accogliente per noi...ma magari per forme di vita diverse....
Quanto alla narrazione e struttura narrativa ci sto pensando...sto cercando di avvicinarmi il più possibile all'idea di Isabella...e quindi anche al modo di far costruire il modellino alle famiglie...
Qualcuno di voi ha lavorato mai con la cartapesta? Perchè forse base e terra si possono fare in quel modo...ma non so quanta colla e carta ci serve, per calcorare la spesa! A mio avviso con 50 euro ci stiamo dentro e pure belli larghi, che ne dite?

Ora cani a spasso e camilla a scuola...torno da voi al più presto!
ciao
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

foto del modellino

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 1:24 pm

Sara intanto mandala a tutti via mail.
Ora te ne mando una io con tutti gli indirizzi del gruppo.

baci

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

I mini spettacoli e la terra che fortuna.

Messaggio  fotoraccontare il Sab Apr 17, 2010 2:32 pm

Mi piace molto l'idea Isa,
dobbiamo lavorarci molto sopra e definire i ruoli se gli altri sono d'accordo.
Se ognuno si occupa di una piccola parte però, come hai giustamente proposto tu, la cosa dovrebbe essere realizzabile e credo anche molto apprezzata dal pubblico.
Visto che nasce da una tua idea, direi che prima della sceneggiatura di cui, come dici ci potremmo occupare io e stefano se stefano è d'accordo, (ma chiaramente dobbiamo lavorarci tutti insieme per vedere in corso d'opera come procede), potresti scrivere tu i dialoghi tra i pianeti e poi pensiamo a come gestire tempi di entrata in scena e posizioni. Possiamo lavorare sui dialoghi anche insieme ma se ti va intanto butta giù un canovaccio con quello che hai in mente.

Gli altri che ne pensano?

Chi si occupa della scenografia (e a quel punto anche un'analisi di badget, visto che dialoghi e recitazione sono a costo zero e le spese saranno tutte di scenografia).

Se domani è bel tempo potremmo vederci a Villa Ada per esempio, che ne dite? Qualcuno che abita da quelle parti? Oppure prima di pranzo in qualche posto dove ci si può sedere tranquilli (anche il bar o il parco dell'auditorium sono di solito posti tranquilli...ma è solo il primo che mi è venuto in mente)

In mattinata per me va bene, per l'orario basta che non finisca più tardi delle due va bene qualsiasi orario, scegliete voi.
Isa dimmi tu. Io sono in macchina quindi a meno che non sia il centro di , posso raggiungere qualsiasi posto più o meno facilmente.

Se ci sono messaggi non letti e proposte logistiche usiamo anche l'sms che può aiutarci.

riscrivo il mio numero in caso fossero sfuggiti i post precedenti

3388749580

Un abbraccio,

Massi

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Sab Apr 17, 2010 3:00 pm

scusate ma c'è una cosa non ho capito, il laboratorio pratico fatto dalle famiglie qual è? quello proposto da sara? e quando si farebbe fare?

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

I love speech and drama

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 3:53 pm

Massimiliano e Sara sono contenta che la mia idea vi sia piaciuta. Pensavo che esponendola solo per iscritto non sarei riuscita pienamente a coinvolgervi e invece...che bello! Ci tenevo poi al contenuto(finalità) ambivalente. Sono contenta.
Mi piace il teatro scienza/animazione...s'è capito Wink ?
Speriamo piaccia anche agli altri e si propongano presto, perché appunto come vi sieti resi conto c'è ancora tanto da fare.

Nel pieno della fase operativa vediamo quali potrebbero essere i passi successivi:

1. articolazione logistica: è quella che mi preoccupa di più. Non conoscendo bene la struttura del planetario, come vi dicevo bisogna fare un sopralluogo (e speravo di farlo con qualcuno). Bisogna capire se ci sono spazi al chiuso che si prestano altrimenti visto che si tratterebbe del periodo estivo, il tutto si potrebbe svolgere all'aperto.
2. La scenografia: dipende fortemente dalla logistica appunto. Se per es sarà all'aperto è necessario pensare all'illuminazione. Qui c'è bisogno di una grossa mano. Ho delle idee ma vorrei confrontarle con voi (ripeto andando magari sul posto con qualcuno) e poi si deve frantumare pezzetto per pezzetto per scrivere il budget.
3. Le sceneggiature: non sono secondo me urgenti. Mi spiego, non so se riusciamo in tempi così brevi a scriverle seriamente, con cura, documentandoci su alcune cose e comprendendo il necessario labor limae. Poi pensavo Massi, di fare il contrario: inizialmente buttate voi qualcosa giù (che siete bravi Wink ), scegliendone uno alla volta ovvio e poi su quello darei il mio contributo. Come ho già detto, tu, Stefano che si è già proposto e chi altri vuole, potete stravolgere la struttura come vi pare.
4. Strumenti, materiali e budget: dipendono decisamente dalla scenografia.

Sembra chiaro che le priorità sono articolazione logistica e scenografia. E' su queste due ora che mi concentrerei.
Ecco perché mi piacerebbe fare un salto lì con qualcuno di disponibile...c'è nessuno?

Massi per me va benissimo l'auditorium domani in mattinata. Se tu hai il "coprifuoco" delle due va bene ma magari allora io andrei via all'una e mezza, così pranzo con amici. Diciamo se tu ti fossi potuto trattenere di più, non sarei andata.

A dopo, besitos


Ultima modifica di Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 4:03 pm, modificato 1 volta

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

risposta a Rob

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 3:58 pm

Scusa Rob,
hai fatto un post mentre io ne stavo scrivendo un altro e ora rispondo. Tutti i laboratori sono per tutti, per le famiglie.
L'unico pratico è quello di Sara. Si svolgono tutti contemporaneamente, sono indipendenti (ma correlati) e a ripetizione. Ripeto sono loro che scelgono se assistere a uno o più animazioni, con l'ordine che vogliono. Per intenderci se hanno seguito uno e vogliono seguirne un altro che per esempio è in corso d'opera, o aspettano davanti all'entrata per vedere lo spettacolo successivo oppure nel frattempo vanno in un altro ancora che sta iniziando. Tanto sono brevi, è questa la forza!

Se hai altro da chiedere, sono qua.
Isa

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

foto modellino di Sara

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 4:18 pm

Sara ha scritto a tutti via mail:

Spero non vi deluda.....ho come l'impressione che vi aspettate chissà che!!! :-[
Non voglio essere ripetitiva, ma provo a rispiegarvi:
Sorta di 'plastico' di base, fatto in cartone o cartapesta, con sole fatto da un lumetto posto a uno dei due fuochi di una immaginaria ellissi e al centro di una immaginaria circonferenza (le due possibili orbite della terra). Già predisposti i punti dove infilare l'asse terrestre, inizialmente con la sua inclinazione attuale, poi con quella che avrà in futuro. Nella foto è mostrato solo un punto ovviamente...
Il punto della questione è quanto tempo avrei a disposizione, perchè in base a quello io posso far fare più o meno cose agli 'spettatori'.
La location dovrebbe avere luci basse, per evidenziare di più dove il sole illumina la terra con la lampadina.
Una volta inventati i dialoghi per le altre 'sezioni', cerco il filo conduttore il più possibile adeguato per inserire questo laboratorio
L'dea di Isa è bellissima...ma per farla davvero bene mi sa che ci vorrebbero un fracco di soldi in più!!!
Avete pensato se sono utilizzabili le sale del museo? secondo me potrebbero andare, e alcune forse ci aiutano anche per la coreografia...o no. che ne dite?
Butto giù un budget più realistico e lo mando
baci

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

evviva Sara!

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 4:44 pm

Il tuo modellino non è affatto deludente, anzi è proprio carino!

Bisogna scegliere effettivamente la location per i nostri lab e come dici tu, le sale del museo si presterebbero..almeno per un paio.
In base alla sala, puoi decidere di rivolgerti a un numero max di persone alla volta, come per gli altri laboratori.
Secondo me dovresti scrivere la struttura narrativa che hai in mente e in base a quella calcolare i tempi dello svolgimento.
La tua animazione, come ho già scritto, è ben inserita nel percorso, primo perché in sé sarà uno spettacolo (e dico sul serio) e poi perché ... sbaglio o se la Terra non fosse inclinata avremmo qualche problemino Wink Very Happy ?
Il filo conduttore c'è già, è dato dal contenuto.

Effettivamente se avessimo qualche solo in più sarebbe meglio...è colpa di quel taccagno di Admin!
Secondo me però si può fare, c'è da tirare al massimo su ogni particolare della scenografia generale...ma sì ce la facciamo!

baci a tutti

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Brain Storming domenicale

Messaggio  fotoraccontare il Sab Apr 17, 2010 4:53 pm

Ciao Isa,
allora direi di confermare l'idea di vedersi domani mattina, io ora esco di casa, se per te va bene alle 11 all'auditorium per me è perfetto. Continuiamo i dettagli via sms se sei d'accordo )io ora esco)

Un abbraccio,

A domani

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

AH! AH!

Messaggio  Sara Riello il Sab Apr 17, 2010 4:58 pm

AH! AH!,
grazie, Isa,ma perchè a me la foto non me la caricava...mah!, sarà sta linea troppo lenta...
Spero di aver reso l'idea, anche se a vedere la foto mi viene da ridere! E' ovvio che è il sole a dover essere più grande, lì mi sono arrangiata, e da lui dovrebbero partire dei raggi luminosi direzionati verso la terra, resi nella foto con gli spiedini, ma fattibili se il sole è una lampadina col paralume sferico buchettato e nella location la luce è fioca.
Un semplice mappamondo da tavolo di 16 cm di diametro, che ruota su se stesso e quindi simula anche il giorno e la notte (9,90 euro), e a questo punto ha la sua base di appoggio quindi non serve altro che un tavolo dove appoggiarlo, il lumetto costa 19,90, ikea, ma sembra proprio un sole (modello Fillsta) e buchettarlo immagino sia un attimo, e ha un diametro di 27 cm...potrebbe andare con la nostra terra. Il tutto poggiato su un tavolo (di plastica da giardino 20 euro, con carta stellata sopra, altri 10 euro al massimo) e di segnata da noi con pennarello indelebile (3 euro-?-) la linea delle orbite, ellittica e circolare, e i punti dove la terra è ai solstizi e agli equinozi. Con un gioco, volendo degli indovinelli, o comunque una interazione tra genitori e figli, si fanno provare le diverse situazioni. Questo se dobbiamo stare stretti coi tempi...se ci si può allargare e vogliamo far fare di più a loro, come avevo pensato all'inizio, il mondo si fa fare a loro con la palla di polistirolo e i papà dovranno trovare dove disegnare i tropici e dunque l'inclinazione dell'asse....scegliete voi, anche in questo caso il budget è simile (una decina di euro tra goniometro, pennarello, palle...ops, no...le palle sono da comprare in quantità se ognuno deve fare la sua!!!!! E allora facciamo nell'altro modo e teniamo i soldi per la scenografia, poi si vedrà se avanza qualcosa o meno...

Provate a pensare il tutto dentro al museo...altrimenti la scenografia è un casino....
A presto....continuo a pensare..almeno fino alle 18.30! Dopo non più('bounce')
Kiss

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Sab Apr 17, 2010 5:56 pm

apparte la parte di sara, siamo sicuri che non stiamo confondendo lo strumento 'animazione' con 'laboratorio'?

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ANIMAZIONE o LABORATORIO???

Messaggio  Sara Riello il Sab Apr 17, 2010 6:45 pm

EH! GIà....questo me lo chiedo anche io.....ma anche di più! Nel senso che non riesco a capire, forse, fino in fondo, i discorsi del Mister....o i lavori in corso. Ho avuto una sorta di illuminazione andando allo spettacolo del planetario giovedì, e mi è piaciuto molto sia lì con Gabriele, sia Natascia al museo...poi di nuovo, tutte ste coreografie..scenografie..attori, costumi....mi fanno un pò perdere il filo del discorso. Sarà, io il laboratorio lo vedo didattico e faccio fatica a vederlo diversamente...c'è poco da inventarsi...io che lo propongo è ovvio che so già tutto, non posso fingere di perdermi col gruppo o simili (penso ai laboratori proposti la volta scorsa...)...almeno, non con fasce di età che non siano bambini!!! Non a caso il mio coi modellini anche ora nasceva con un supervisore esterno che interviene solo all'occorrenza! Insomma, faccio fatica a inserirmi nei panni dell'attore, poi magari in realtà recito senza rendermene conto anche nella mia idea di laboratorio! L'idea di Isabella mi piace molto e stavo giusto provando a trovare cose pratiche da inserire nei vari "argomenti"...ma ci vorrebbe un chimico!!!! Quello che vorrei approfittare di dire ora però, e girare a Gabriele, o a chiunque altro di noi come confronto, è proprio questo: ma non stiamo mettendo un pò troppa "animazione" nei nostri laboratori??
Vabbè...non voglio divagare..mi resta solo meno di un ora per pensare ancora...alle 18.30 ho un impegno inderogabile!!!!('cheers')

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

domani villa torlonia?...brava sara!

Messaggio  caterina il Sab Apr 17, 2010 7:44 pm

ragazzi innanzi tutto buon w-end!

scusate l'assenza.... sono ripiombata sul forum e mi sto perdendo...non ho più capito come si dovrebbero svolgere i laboratori,perchè non è solo quello di sara giusto? ci sarebbero anche degli spettacoli in cui ogni attore rappresenta un pianeta giusto? mi sembra molto carino (complimenti a sara per il suo modellino!!!!)ma si dovrebbero definiire strutttura narrativa e tempi oltre al budget che a questo punto dipende dalla scenografia, giusto?

per quanto riguarda l'incontro di domani io e mariasole lunedì abbiamo un esame quindi non abbiamo tantissimo tempo...però vi possiamo proporre una pausa pranzo (anticipata verso le 12 così massimiliano per le 13.30 è libero) a villa torlonia se per voi non è un casino come posizione. che ne pensate?

caterina

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 11.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Eccomi ci sono anche io

Messaggio  andrea bonchi il Sab Apr 17, 2010 8:03 pm

Ciao a tutti, scusate la mia assenza ma sono stato fuori fino ad un paio di giorni fa.
ho appena passato le ultime due ore a leggere e cercare di capire le 1000 idee che avete postato sul laboratorio per famiglie.. e devo dire che ho ancora le idee un po' confuse!!!
Sono usciti progetti molto belli e strutturati... nel leggere ho avuto un po' di dubbi e di perplessità, ma non me la sento dopo una prima occhiata inserirmi nel vivo con critiche e proposte di modifica; se ne ho la possibilità mi riservo questi ultimi due giorni per studiarmi un po' le proposte, capirle un p' meglio e arrivare con le idee più chiare a martedì; oltretutto devo dire che personalmente non mi trovo troppo a mio agio nel fare brainstorming via forum... sarà che non ne ho mai fatto uso in questo senso, ma mi ci devo ancora tarare.
Complimenti per la vivacità di idee anche se devo dire che vi ho odiato quando stavo leggendo :-)
A lunedì!

Andrea

andrea bonchi

Messaggi : 9
Data d'iscrizione : 17.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

ok domani per villa torlonia

Messaggio  Isabella Buono il Sab Apr 17, 2010 10:03 pm

D'accordo domani a villa Torlonia, ho parlato anche con Massimiliano e verrà.
Dite bene dove, a quale entrata intendo.
Alle 12 allora?
baci

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Tutti a Villa Torlonia!!!

Messaggio  Mariasole il Sab Apr 17, 2010 10:51 pm

Alle 12 all'ingresso di Villa Torlonia su via Nomentana!!!
a domani, buona serata a tutti!!!
ciaooooooooo

Mariasole

Messaggi : 20
Data d'iscrizione : 03.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

opuscoletto Luna

Messaggio  Isabella Buono il Dom Apr 18, 2010 10:50 am

Vi ho inviato via mail un opuscoletto. L'ha gentilmente messo a disposizione Marco, secondo cui potrebbe essere fonte di spunti interessanti.
Chi ha già lavorato con loro come animatore, in particolare per l'evento XLuna, dovrebbe averlo già.

Diamoci un'occhiata insieme,
baci

Isabella Buono

Messaggi : 35
Data d'iscrizione : 08.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  rob il Dom Apr 18, 2010 11:12 am

purtroppo non riesco a venire oggi!!!
buona giornata

rob

Messaggi : 25
Data d'iscrizione : 13.04.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

CIAOOOO!!!!!!

Messaggio  Sara Riello il Dom Apr 18, 2010 4:00 pm

Uffiiiiii('Crying or Very sad')....vi immagino tutti insieme a Villa Torlonia e rosico da morire....('Mad')
Fatemi sapere le news appena possibile!
baci a tutti
sara

Sara Riello

Messaggi : 31
Data d'iscrizione : 29.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Gazebo da interno struttura narrativa e filastrocca

Messaggio  fotoraccontare il Dom Apr 18, 2010 7:24 pm

Sto disegnando il modellino del Gazebo che ho pensato durante la riunione di oggi.
Domani a lezione porterò un campione di fil di ferro per valutarne la resistenza e la consistenza e vedere insieme se regge una struttura alta circa 3 metri (secondo me dovrebbe reggere)

Ho fatto due calcoli per il costo del rivestimento in plastica e dovrebbe costare circa 45 euro a gazebo

Per il fil di ferro è un po' più complesso calcolarlo, perché bisogna vedere prima quanti meridiani e paralleli utilizzare per lo scheletro.

Comunque le matasse da 100mt costano tra i 7 e i 10 euro

Vi invio un file Jpeg con il disegno che ho fatto per averne un'idea (quella in rosso è l'entrata).

https://i.servimg.com/u/f61/15/11/93/10/gazebo11.jpg



All'interno di quello della luna potremmo mettere una tuta spaziale munita o meno di volenteroso astronauta guida (che ad agosto sarà felicissimo di infilarcisi) con cui i bambini potranno farsi una foto ricordo da portare a casa insieme a quella dell'impronta del primo piede sulla luna (il suolo avrebbe della sabbia che simula quella della superficie lunare), che potranno scattare loro stessi dopo averla "creata" nella sabbia.

Sto riflettendo sul fatto che tutte le nostre idee e tutte le nostre proposte di laboratorio, mancano di una struttura narrativa. Dobbiamo credo fermarci un attimo nel partorire idee nuove e creare un percorso e una storia. Di idee ne abbiamo tante e sono tutte belle (i pianeti con i loro assi che si spostano e le stagioni, i tubi di newton, i sassi senza peso, le stufe di Mercurio..le foto all'impronta spaziale, gli animali extraterrestri da disegnare...) , ora cerchiamo di inserirle in un contesto (una storia che racconti quello che succede da quando la gente entra nel museo a quando esce). Secondo me potremmo anche partorire per domani, varie ipotesi e poi utilizzarle per inserire nel percorso laboratoriale le nostre invenzioni. Credo che nel costruire la narrazione alcune idee si scarteranno da sole ed altre invece prenderanno il loro posto automaticamente.

Che ne dite?

Io intanto vi mando il modellino del Gazebo e una poesia che potrebbe essere recitata proprio all'inizio del percorso per presentare i pianeti (magari è famosissima ma io non l'avevo mai sentita prima):

Filastrocca per memorizzare il sistema solare:

Il sistema solare è un regno incantato
di cui il Sole è il re incontrastato
e i pianeti, 9 principi adoranti
gli girano intorno tutti quanti

Ecco Mercurio, il butterato
sembra un formaggio stagionato

e Venere, la principessa stravagante
la sua danza originale è assai elegante

e la Terra, florida e generosa
è fonte di vita e del sole è la sposa

e poi Marte, il primo cugino
lo stiamo studiando perché è il più vicino
forse c'è l'acqua, non dico di no
ma con quel freddo sarà ghiaccio però....

ed ecco Giove, dei nove è il più grande
è tutto un miscuglio di gas che si espande

poi Saturno, il principe prezioso
ha un anello di pietre e ghiaccio maestoso

e Urano
pieno di metano

poi Nettuno
non ci andrà mai nessuno

e infine Plutone
che con il suo Caronte
è l'ultimo
del carrozzone


Secondo me va anche un po' aggiustata letterariamente...ma è uno spunto.


A domani,

Massi

P.S. Ora sono al PC di mio padre e non so se la linea telefonica e internet a casa mia siano resuscitati...stamattina erano morti. Quindi da ora in poi potrei essere off line fino a domani.

fotoraccontare

Messaggi : 38
Data d'iscrizione : 27.03.10

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: GRUPPO NUMERO 2

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 2 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum